iPhone 6 Plus – Il più “grande” iPhone di sempre! [VIDEO]

Finalmente ce l’abbiamo fatta. I nostri iPhone 6 e iPhone 6 Plus sono arrivati e possiamo fornirvi tutte le informazioni necessarie. In questa recensione io mi occuperò dell’iPhone 6 Plus, il modello più grande da 5.5 pollici, mentre Andrea Cervone si occuperà dell’iPhone 6 normale da 4.7 pollici. Ma non perdiamoci in chiacchiere e partiamo immediatamente con la recensione.

Non appena aperta la scatola dell’iPhone 6 Plus, la prima cosa che è balzata all’occhio è stata sicuramente la dimensione del terminale. E’ grande, veramente grande. Non pensate che sia grande solo per il display da 5.5 pollici. E’ più grande di molti smartphone con display da 5.5 pollici perchè le cornici sono più grandi dei suoi concorrenti, come ad esempio l’LG G3 e il Galaxy Note 3 (e 4). E’ grande si, ma non è poi così scomodo. Sfatiamo subito il mito e le voci che parlano di un dispositivo scomodissimo. Sarebbe scomodissimo se avesse uno spessore maggiore, anche di pochi millimetri, ma con le dimensioni attuali (7,1mm) Apple è riuscita a creare un dispositivo veramente incredibile: grande ma che, con i dovuti accorgimenti, può essere utilizzato anche con una mano sola. Spieghiamoci meglio: a differenza dell’iPhone 6, che è l’esempio meglio riuscito di smartphone compatto in tutto il mercato, l’iPhone 6 Plus è decisamente più grande e quindi richiede una mano più grande per essere usato. Certo, in prima persona lo sconsiglio a chi ha mani piccoline perchè a quel punto diventa molto molto grande. Però se avete delle mani grandi, come le mie o anche di più, potete stare tranquilli. L’iPhone si posiziona saldamente tra le mani dell’utente in quanto il suo spessore ridotto permette alla mano di afferrarlo al meglio. Non sarà così facile farlo cadere.

iphone 6 plus_3

Però non sono tutte rose e fiori: durante l’utilizzo, lo schermo più grande pesa sulle operazioni che andiamo a fare perchè con una sola mano, il nostro pollice non ce la fa ad arrivare da un angolo all’altro dello schermo, e quindi siamo costretti o ad usarlo con due mani (cosa davvero scomoda, soprattutto se portiamo borse, valigette, ecc) oppure a sfruttare la nuova (e utilissima) modalità di assistenza disponibile su iPhone 6 e iPhone 6 Plus che al doppio tap sul Touch ID sposta letteralmente tutta l’interfaccia in basso e quindi ci permette, solo per le necessità, di raggiungere i comandi situati nella parte superiore dello schermo senza problemi. Veniamo al peso: iPhone 6 Plus è leggermente più pesante di iPhone 6 ma in ogni caso in mano non pesa molto (172g). E’ un dispositivo leggero, compatto (nonostante le misure del display), bello da vedere, sottile e con uno schermo “da paura”.

Ci entra in una tasca? Più o meno, anche se dipende dalla tasca. Ci sono tasche più grandi e tasche più piccole. In alcuni nostri test l’iPhone è entrato quasi tutto nella tasca, in altri casi si è fermato a metà. In ogni caso a breve pubblicheremo anche un test dettagliato della situazione “tasca”. La resistenza dell’iPhone sembra buona. Ovviamente il dispositivo e sottile e rischia di piegarsi sotto una buona pressione, come mostrato in alcuni video apparsi sul web. Certo, nell’utilizzo di tutti i giorni non dovrebbero verificarsi queste problematiche, soprattutto poi se usate delle cover. In questo caso state tranquilli (più spessa e resistente è la cover più potete dormire tranquilli). Certo, molti non vogliono ricorrere ad una cover perchè preferiscono apprezzare in ogni momento il design di questo iPhone. Però basta un po’ di attenzione e l’iPhone resterà sempre perfetto. Abbiamo provato a metterlo in tasca e a camminare e non abbiamo notato nessun problema sul terminale ne alcun impedimento motorio a causa della grandezza dell’oggetto nella tasca (per esempio, se avessimo voluto correre avremmo potuto farlo senza problemi). Tutto ovviamente dipende dalla tasca ma se fate attenzione alla pressione, ovvero a quando vi sedete, non rischierete nulla.

Se lo paragoniamo ad iPhone 6 è ovvio che in termini di portabilità e di comodità in generale vince sicuramente il modello da 4.7 pollici. Però se volete uno schermo decisamente più grande e più definito, dovrete accettare il compromesso di un dispositivo leggermente più scomodo e più ingombrante.

Il design è veramente eccezionale. Non ha nulla a che vedere con tutti gli altri iPhone e con tutta la concorrenza. In mano è unico e fornisce un feeling incredibile. Si, sulla carta (e in foto) sembra molto simile al design di alcuni altri smartphone in commercio (come ad esempio alcuni modelli Samsung) ma una volta visto da vicino ci si accorge subito di come Apple sia riuscita a rivoluzionare e a personalizzare fortemente le linee degli smartphone ai quali, secondo i più, si sarebbe “ispirata”. Queste nuove linee arrotondate (che ricordano un po’ anche il primo iPhone) conferiscono all’iPhone 6 e all’iPhone 6 Plus un design moderno, leggero, compatto, dinamico e fresco. Non sono aggettivi messi così, ognuno ha un suo perchè.

iphone 6 plus

Il design più arrotondato, su un dispositivo più grande, svecchia molto il design classico dell’iPhone, soprattutto il design squadrato al quale eravamo abituati da iPhone 4 in poi. E’ leggero perchè il peso è veramente ridotto, è compatto perchè le nuove linee arrotondate, che avvolgono anche lo schermo, rendono l’iPhone un pezzo unico e incredibilmente compatto. Non sembra che ci sia una parte in alluminio e uno schermo. Tutto sembra lineare quasi fosse una continuazione naturale. Le bande posteriori, di cui abbiamo parlato infinite volte su iPhoneItalia, non sono così terribili come nei mockup. Sono molto più sottili, rifinite e con una tonalità cromatica non troppo distante dal colore del dispositivo, almeno nel caso del silver. Un po’ diverso invece è il discorso sulla versione Gold, dove le linee spiccano di più (qui ci potrà dare conferma a breve il nostro Giuseppe Migliorino) e sulla versione Space Gray. In ogni caso non danno poi così fastidio. Se non ci fossero state, l’iPhone avrebbe guadagnato molti punti in più a livello di design (che già è ad un livello incredibile), ma evidentemente erano necessarie, ed Apple ha preferito non cambiare più nulla.

iphone 6 plus_5

Veramente incredibile è il lavoro fatto da Apple ai bordi dello smartphone, nel quale lo schermo e la cornice si uniscono con linee arrotondate e rifinitissime. Lo schermo quindi sembra essere la cornice e viceversa: un esempio migliore del concetto di “continuity” (scusate il gioco di parole con la funzione presto disponibile su OS X Yosemite che si intreccerà con iOS 8) non può essere trovato in nessun altro smartphone. Impossibile da trovare in quegli smartphone poi che hanno ancora un corpo separato per quanto riguarda la zona posteriore. Il vano batteria, per quanto possa essere comodo per sostituire la batteria, rende il design di alcuni smartphone veramente obsoleto e poco leggero.

Comparando l’iPhone 6 Plus ad alcuni smartphone Samsung: l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus saranno si più grandi (come i Galaxy), saranno si arrotondati (come i Galaxy) ma fondamentalmente sono completamente differenti in termini di design: la cura nel disegno, la qualità e la scelta dei materiali, la rifinitura precisissima, la compattezza, il senso di “pezzo unico” sono cose che, allo stato attuale, non ha nessun altro sul mercato. Quindi riepilogando con il design diciamo che Apple ha creato uno dei migliori design visti mai su un iPhone e su uno smartphone in generale. E’ si, si è lasciata ispirare dai dispositivi in commercio, ma ha sorpassato tutti.

iphone 6 plus_7

In mano che sensazione da? Molti hanno ipotizzato fosse come l’iPad Mini ma non è così. Il mano la sensazione è tutta nuova. L’iPhone 6 Plus è davvero un dispositivo inedito, mai visto prima. In mano fornisce una sensazione di grande leggerezza ma di estrema compattezza. Insomma non ci viene paura di farlo cadere perchè i bordi così sottili permettono una buona presa. Poi l’alluminio completa l’opera fornendo un feeling tattile di altissimo livello. L’eleganza è la parola chiave di questo dispositivo. Pochi smartphone di grandi dimensioni possono essere definiti eleganti ma questo iPhone 6 Plus ha tutte le carte in regola per essere definito così. Come ho già detto, la ciliegina sulla torta è sicuramente la rifinitura arrotondata tra display e cornice.

I nuovi pulsanti sono molto più ergonomici e permettono all’iPhone 6 Plus di essere usato davvero al meglio. Il pulsante di accensione è stato spostato sulla destra in modo da essere accessibilissimo con una sola mano. Dall’altro lato invece ci sono i nuovi pulsanti del volume, molto più ergonomici perchè allungati e il classico interruttore per il muto. Il Touch ID resta sempre lo stesso. Interessante è notare che la fotocamera frontale è stata nuovamente spostata al lato. Prima, in iPhone 5 e 5S si trovava al centro del display in alto, ora invece si trova nuovamente sulla sinistra. Al centro c’è il sensore di luce ambientale. Le dimensioni maggiori di questo iPhone ci fanno abituare sin dai primi minuti alla nuova disposizione del tasto di accensione, transizione che su iPhone 6 normale non è così immediata.

iphone 6 plus_1

Per finire con il design parliamo della fotocamera sporgente, tanto criticata (anche da me) subito dopo la presentazione. Non è poi così sporgente come sembra dalle foto. Ora capiamo anche perchè Apple ha nascosto abilmente questo particolare dalle sue fotografie. Non voleva mostrare un particolare che dal vivo è molto meno pronunciato. La fotocamera sporge solo di pochissimo e certamente non si fa notare troppo. Magari su un tavolo o su una superficie piana, l’iPhone potrebbe ballare un po’ ma nulla di eccessivo. Anzi, in alcuni casi non lo fa nemmeno. Poi se usate una cover, basterà anche una cover da 0,3 millimetri (le più sottili solitamente hanno queste dimensioni) per far “rientrare” la fotocamera. Parliamo di resistenza: la fotocamera è ben protetta sia lateralmente sia frontalmente. Lateralmente è circondata da alluminio e frontalmente ha una protezione in vetro zaffiro, esattamente come il Touch ID. Poi c’è anche un “plus” in questa fotocamera sporgente: se usate una cover che crea un cono d’ombra quando viene usato il flash, adesso questo fastidioso effetto collaterale dovrebbe sparire. Il true tone flash è rimasto ma è stato perfezionato nel design e ora integra due lampadine che funzionano come su iPhone 5S ma in un solo alloggiamento tondeggiante. Nessuno ci credeva eppure io molti mesi fa l’avevo detto (e c’è una puntata di Hot News con Andrea Cervone che lo testimonia – ebbene si Siciliani l’aveva detto).

La qualità della fotocamera è eccezionale e supera quella dell’iPhone 6 normale per molti fattori. Abbiamo fatto svariate prove e a breve arriverà un confronto fotografico e un confronto video dettagliato. Così, dopo averlo guardato potrete giudicare voi quale fotocamera preferite. Anticipiamo subito che la fotocamera dell’iPhone 6 Plus integra uno stabilizzatore ottico, a differenza di quello digitale presente su iPhone 6. Inoltre dalle prove che abbiamo fatto sembra che la luce venga gestita in modo più naturale e fedele da iPhone 6 Plus. Incredibile, forse la funzione migliore per quanto riguarda la fotocamera, è la funzione di messa a fuoco automatica durante la registrazione video. Andremo ad analizzare meglio ogni aspetto della fotocamera nell’articolo approfondito. Per ora possiamo proseguire, ma non prima di avervi mostrato giusto qualche immagine scattata dalla fotocamera di iPhone 6 Plus:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

E anche un video di prova:

 

Lo schermo del nuovo dispositivo di Apple è veramente ben fatto. Ha una risoluzione Full HD, denominata Retina Full HD, un buon contrasto (non il migliore in assoluto, ma migliore dei precedenti modelli – iPhone 5S compreso), e una luminosità mai vista prima. Non appena acceso, mi è sembrato che le icone balzassero fuori dal display per quanto è ben fatto. Non voglio dire che mi sono sentito attaccato da “icone volanti” ma che mi ha dato una sensazione di profondità mai avuta su display mobile, anche se qui parliamo di phablet. Scherzi a parte, il display è sicuramente la punta di diamante di questa versione di iPhone 6 e uno dei motivi che devono guidarvi nella scelta dell’acquisto di questo modello. Veramente incredibile: mai un display di un iPhone è stato così. E non parlo solamente di dimensioni. Sembra la stessa differenza di quando abbiamo assistito al passaggio tra display normale e display retina: sembra di essere andati molto oltre la risoluzione alla quale eravamo abituati e i numeri lo confermano. Parliamo di un display con una risoluzione maggiore, anche maggiore di quella dell’iPhone 6 normale da 4.7 pollici.

Però proprio a causa di questo schermo più grande, dobbiamo riportarvi una notizia non troppo bella, anche se solo temporanea. Molte applicazioni non ancora ottimizzate diventano decisamente troppo grandi su iPhone 6 Plus. Ad esempio, se calendario, note e le app native hanno un’interfaccia normale (più grande ma non gigante), le app come Whatsapp, Facebook, ecc scalano solamente la loro dimensione e quindi diventano tutte più grandi. Attenzione: non solo più grandi, veramente giganti (tastiere e pulsanti compresi). Sembra una caricatura, uno scherzo, ma in realtà dipende dagli sviluppatori. Apple ha creato un display più grande con un rapporto di risoluzione scalabile proprio per agevolare gli sviluppatori nell’ottimizzazione degli spazi. Le nuove app dovrebbero fornire più contenuti con un’interfaccia a dimensione regolare, cosa che per ora avviene solo per pochissime app. Non era l’obiettivo di Apple creare dei telefoni grandi che visualizzassero app ancora più grandi, dallo stile caricaturale quindi. Nessun problema di utilizzo sia chiaro, ma solo un eccessivo ridimensionamento. In ogni caso l’interfaccia di sistema su iPhone 6 Plus è unica. Sembra di avere un “mini” iPad Mini. Abbiamo in esclusiva la visualizzazione in landscape, cosa che quindi su iPhone 6 da 4.7 pollici non è presente. Ruota anche la home screen. Le impostazioni hanno due colonne, il meteo è una delle app più interessanti in orizzontale, e tutto il sistema sfrutta al meglio questa nuova modalità. Anche qui c’è da fare un discorso a parte per le app di terza parte che devono ancora aggiornarsi per sfruttare al meglio queste potenzialità. La tastiera cambia parecchio in modalità landscape: abbiamo degli utili pulsanti per andare avanti e indietro tra le lettere (la funzione più desiderata dal sottoscritto), dei pulsanti per copiare, tagliare e incollare il contenuto, dei pulsanti per il grassetto e poi la solita tastiera più i comandi per gli emoticons e le altre tastiere (che ricordiamo si attivano dall’icona con il mappamondo). Piccola nota negativa: ci sono ancora alcuni bug sull’interfaccia, soprattutto in landscape e nell’app fotocamera (alcuni pulsanti non si riesce a premerli, alle volte appare l’orario e l’operatore nella stessa schermata della fotocamera, ecc), ma nulla che un successivo aggiornamento non potrà risolvere.

iphone 6 plus_4

Arriviamo alla batteria: per ora è ancora presto parlare di batteria perchè l’ho provato ancora poco, ma nei prossimi giorni faremo dei focus specifici sulla batteria. Posso solo dirvi che dopo essere appena uscito dalla scatola, quindi non soggetto a una ricarica completa, e senza ottimizzazione delle funzioni (quindi con tutte le opzioni di default attivate – localizzazione compresa) la batteria ha resistito per circa 8 ore sotto uso piuttosto intensivo. In ogni caso voglio essere più preciso quindi in un prossimo approfondimento vi parlerò molto meglio e con tante misurazioni alla mano del nuovo iPhone 6 Plus e di come gestisce la batteria.

Quindi giudizio finale? Cosa ne penso del nuovo iPhone 6 Plus? Sono contento dell’acquisto? Tornerei indietro? Prenderei un 6 normale?

IMG_1136

Iniziamo con ordine.. inverso. Quindi rispondiamo dall’ultima domanda alla prima (tanto le risposte creeranno da sole la risposta alla prima domanda). No, non prenderei un iPhone 6 normale perchè preferisco uno schermo più grande e definito, una fotocamera più performante, una batteria decisamente più duratura e un interfaccia decisamente più versatile (anche in landscape). No, non tornerei indietro per nessun motivo. Questo iPhone mi ha sorpreso in una maniera incredibile: non succedeva una cosa così dall’iPhone 4. Evento raro quindi. Si, ho sempre adorato gli iPhone ma pochi mi hanno fatto realmente innamorare. E l’iPhone 6 Plus ci è riuscito senza problemi. Quindi si, sono contento dell’acquisto. Ovviamente consiglio a tutti di prendere la versione da 64GB perchè con la nuova fotocamera e quindi con tutti i video e le foto che farete (perchè dopo averla provata, vi assicuro che ne farete tanti) vi servirà molto più spazio di archiviazione e il 16 GB diventa davvero molto piccolo. Ovviamente se maggiore spazio rientra tra le vostre priorità. Alla fine scegliete il modello in base al vostro tipo di utilizzo.

iphone 6 plus_6

Cosa penso quindi del nuovo iPhone 6 Plus? Penso che sia uno dei migliori dispositivi usciti dalla casa di Cupertino negli ultimi anni, penso che sia un punto di distacco con la vecchia Apple, cosa da non interpretare però in maniera negativa perchè è necessario alle volte mettere dei punti in quanto la società cambia e si evolve e di conseguenza le idee, le filosofie, i gusti, le richieste e le preferenze cambiano. Il nuovo iPhone 6 Plus, sebbene esca un po’ in ritardo nel mercato dei phablet, si ritaglia uno dei posti più in alto nel settore senza troppi problemi. Forse è vero che non conta solo la tempistica di lancio ma anche la qualità e l’attenzione nei dettagli. In ogni caso penso che sia un dispositivo veramente superiore alle aspettative e che si classifichi come uno dei migliori smartphone al mondo. Certo, ci saranno sempre quelli che lo adoreranno e quelli che lo criticheranno, come ci saranno quelli che preferiranno tenere un iPhone 4S, 5 o 5S, prendere un 6 normale, passare ad altri marchi, ecc. Ma ovviamente il bello è proprio questo: poter scegliere liberamente. Ogni dispositivo ha i suoi pregi e i suoi difetti e ogni utente lo sceglie in base alle proprie esigenze. Però non dimentichiamoci che questo iPhone 6 Plus scavalca una buona parte di concorrenza e si posiziona immediatamente tra i migliori smartphone – phablet in commercio.

Riepiloghiamo velocemente pregi e difetti.

PREGI:

  • schermo grande,
  • fotocamera performante,
  • batteria,
  • interfaccia speciale,
  • design,
  • feeling

DIFETTI:

  • poca portabilità,
  • poca maneggevolezza,
  • problema tasca,
  • resistenza alla pressione (piegatura)

Meglio iPhone 6 o iPhone 6 Plus?

Sono due dispositivi molto vicini, quasi identici. Cambia la filosofia del prodotto e gli usi ai quali è destinato. C’è chi ha bisogno di più schermo, batteria e fotocamera e chi preferisce compattezza e portabilità. Le differenze ci sono ovviamente, ma sono minime. Leggete anche la recensione di Andrea Cervone su iPhone 6 e scegliete il vostro preferito.

Un grazie a VeronaSped per la gestione della spedizione.
Approfondimenti