Separati dalla nascita: perchè (forse) Apple non unirà mai OS X e iOS

Da quando Apple ha presentato il primo iPhone, un argomento che ha sempre impazzato in rete è stato quello della possibile “unione” grafica e di funzioni tra iOS e OS X. Per molti, questa è una speranza concreta, per altri, invece, si tratta solo di semplici voci che nulla hanno di concreto.

osxandios_primary-100246183-large

Negli ultimi giorni, un analista ha affermato che Apple sta lavorando ad un sistema operativo che permetterebbe di trasformare un tablet in un computer desktop, tramite un dock speciale. Questo dispositivo sarebbe destinato ad un’utenza professionale, ma probabilmente si tratta solo di voci. Apple non ha ancora in programma un’integrazione di questo tipo.

La fusione tra iOS e OS X in una singola piattaforma sarebbe una mossa molto difficile da realizzare, soprattutto perchè Apple offre dispositivi molto diversi tra loro. Inoltre, con una scelta di questo tipo, si volterebbe pagina rispetto a tutto quello su cui la società ha lavorato duramente negli ultimi anni. Niente funzione, quindi, ma quello che sfugge a molti è che iOS e OS X hanno già un patrimonio comune. Entrambi sono basati sullo stesso software, e condividono un gran numero di app e funzioni che possono essere utilizzati indifferentemente su Mac o su un iPhone.  Si pensi ad iCloud, alle app iLife e iWork, ai pannelli aperti di Safari e Mappe. Tutte funzioni e app che già si integrano alla perfezione, tra iOS e OS X.

Quello che cambia è sicuramente l’interfaccia grafica, ma qui è difficile vedere anche in futuro una sorta di univocità. Un tocco non è un click. 

 

Utilizzare un computer con le mani è scomodo, almeno secondo quanto affermava Steve Jobs e attualmente affermano i dirigenti Apple. Un pannello touch è pensato per essere utilizzato sul tavolo, e non di fronte all’utente. Per questo, su Mac c’è il trackpad, che in parte offre un’esperienza “touch” limitata ad alcune funzioni.

Quello che unisce iOS e OS X è l’ecosistema. Abbiamo già parlato di iCloud, che consente di sincronizzare contatti, impegni, preferiti, mappe, documenti e tanto altro tra iPhone e Mac, senza che l’utente debba fare nulla.

Ed è questo che il futuro dei due sistemi operativi offrirà anche nei prossimi anni.

[via]

 

Approfondimenti