La verità di Geohot su Evasi0n 7, TaiG e sul futuro del jailbreak

24 dicembre 2013 di Andrea Cervone (@AndreaCervone)

Geohot ha analizzato il jailbreak di iOS 7 degli Evad3rs, denominato Evasi0n, e ha scritto le sue considerazioni in merito che andiamo a riportare all’interno di questo articolo.

geohot-xiaomi

Ecco, riassunto in lingua italiana, il contenuto dell’analisi di Geohot:

Queste parole non aiuteranno Apple. Ciò che vi dirò è stato ottenuto analizzando i binari pubblici di Evasi0n, che potranno e saranno sicuramente analizzati anche da Apple. Sappiate anche che non ho trovato nulla di strano nell’analisi di Evasi0n: i vostri telefoni non dovrebbero essere in mano ai cinesi. Se tornerò mai nella scena del jailbreak (il che è improbabile, non avverrà prima dell’ARM128. Sono tornato solo per amore dell’ARM64) non ci saranno più segreti. Ecco tutta la verità: stavo lavorando assieme ad altri ad un jailbreak pubblico, gratuito, e senza cinesi di mezzo. Un jailbreak della vecchia scuola. Gli Evad3rs sono arrivati prima di me. Il loro jailbreak si è sovrapposto al mio per l’80%, parzialmente per via dei leaks, ma principalmente per gli exploit e per la metodologia, ovvia, scelta. Ciò significa che questi exploits non saranno più utilizzabili la prossima volta. Non ci saranno più jailbreak in futuro?

Geohot avrebbe quindi avuto un suo exploit per il jailbreak, ma gli Evad3rs sono arrivati prima. Anche Geohot aveva ricevuto offerte dalla Cina e vi era un accordo di massima per un compenso di 350.000 dollari derivante dalla vendita del suo jailbreak. Tuttavia, dopo raccomandazioni del suo avvocato, il ragazzo prodigio ha deciso di lasciar perdere e lavorare, di conseguenza, come ha sempre fatto in passato.

La fine del comunicato di Geohot lascia non pochi dubbi sul futuro del jailbreak: a seconda di come vengano interpretate le parole di Geohot (No more jailbreaks ever?) si può arrivare a risposte diverse: la prima interpretazione è quella di una presa di coscienza dell’hacker, che riconosce l’ormai estrema difficoltà di realizzare un jailbreak per iOS e addirittura ipotizza che questo possa essere l’ultimo jailbreak della storia di iOS; dall’altra parte, abbiamo un’interpretazione decisamente opposta: Geohot potrebbe avere ancora qualcosa in serbo per noi, magari un jailbreak untethered per iOS 7.1 o successivi che rilascerà solo al momento più opportuno.

Voi a quale delle due interpretazioni credete di più?

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.