P0sixninja: importante progresso per il jailbreak untethered di iOS 6

Gli ultimi aggiornamenti pubblicati da P0sixninja su Twitter sono stati veramente interessanti. L’hacker a capo del Chronic-Dev Team ha infatti annunciato di essere riuscito ad ottenere le chiavi per il decrypt e per la bootrom degli ultimi processori inseriti all’interno dei prodotti mobile di Apple, che rispondono ai nomi A5, A5X, A6 e A6X. Ciò significa che è stato compiuto un importante progresso nella realizzazione del jailbreak untethered di iOS 6.0 e iOS 6.0.1.

Se state aspettando con ansia il rilascio del jailbreak untethered di iOS 6.0 e di iOS 6.0.1, la notizia che vi diamo oggi non potrà che farvi piacere. L’hacker Posixninja, leader del Chronic-Dev Team, ha informato i suoi followers su Twitter di essere riuscito ad ottenere delle chiavi molto importanti per accedere alla bootrom e per decriptare i firmware dei dispositivi montanti i processori A5, A5X, A6 o A6X. La notizia, quindi, interessa da vicino i possessori di un iPhone 4S, di un iPhone 5, di un nuovo iPad mini e di un iPad di terza o di quarta generazione. Attualmente, infatti, non essendo mai stati violati a livello hardware i suddetti processori, lo sviluppo del jailbreak per questi dispositivi richiede sempre più tempo e più risorse.

I dispositivi A4 o precedenti, invece, avendo sempre a disposizione l’exploit utilizzato da GeoHot in Limera1n – di tipo hardware – potranno sicuramente eseguire il jailbreak untethered di iOS 6, ma con ogni probabilità gli hacker attenderanno il completamento dei jailbreak sui dispositivi più recenti per poi rilasciare i nuovi programmi in un’unica ondata per evitare di confondere gli utilizzatori finali.

Tornando alla notizia di oggi, secondo P0sixninja l’aver individuato queste chiavi renderà più semplice del 1000% lo sviluppo del jailbreak untethered di iOS 6.0 e iOS 6.0.1 sugli ultimi dispositivi Apple montanti il processore A5 o successivo. Ovviamente il jailbreak sarà di tipo userland, quindi molto più facile da arginare per Apple (potrebbe bastare un aggiornamento minore di sistema – iOS 6.0.2 – per impedire l’esecuzione del jailbreak).

Stando invece all’ultimo tweet pubblicato da P0sixninja – che nell’ultimo periodo ha forse volontariamente mantenuto un basso profilo dopo la rottura con MuscleNerd e con gli altri membri del Dev-Team – non mancherebbe molto al rilascio del jailbreak untethered di iOS 6. L’hacker spiega che si dovrà attendere ancora un po’ per completare le ultime operazioni prima del rilascio dei nuovi tool e che anche in questo caso ci sarà bisogno di un po’ di fortuna.

Insomma, i lavori procedono su più fronti. Da una parte abbiamo P0sixninja con i suoi ultimi progressi, dall’altra I0n1c che ha dichiarato nella giornata di ieri di essere in possesso di un exploit per il kernel di iOS 6, e infine abbiamo Pod2G, MuscleNerd e gli altri hacker del Dev-Team che stanno lavorando silenziosamente al jailbreak di iOS 6.

Fidiamoci di P0sixninja: ormai manca poco!

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Jailbreak