Apple, l’iPhone 3GS ed il supporto ai dispositivi non di ultima generazione

L’iPhone 5, attualmente, è lo smartphone di ultima generazione prodotto da Apple, questo però non significa che l’azienda abbia dimenticato il 3GS. Secondo quanto pubblicato su Apple Insider, infatti, l’iPhone 3GS, inizialmente immesso sul mercato nel 2009, ancora oggi, potendo beneficiare almeno in parte di iOS6, è lo smartphone che sta avendo il supporto più duraturo in assoluto. Dopo il salto maggiori dettagli.

Questo dimostra come Apple, sebbene stia immettendo in commercio un nuovi iPhone ogni anno, continui a prestare attenzione anche ai dispositivi più vecchi. Certo, non tutte le funzioni di iOS 6 sono supportate (vuoi per scelta, vuoi per limiti hardware), ma il fatto di poter aggiornare all’ultimo sistema operativo esistente un terminale del 2009 è molto importante, perchè ogni update porta con sè correzioni di bug, patch di sicurezza e la possibilità di utilizzare tutte le app che saranno compatibili solo con iOS 6. Insomma, il 3GS non è tagliato fuori da nessuna app o gioco futuro, eccezion fatta per gli insuperabili limiti hardware.

Presentato al pubblico da Phil Schiller nel giugno del 2009, l’iPhone 3GS,pur essendo esteticamente simile al 3G, è stato più che una semplice evoluzione. Il telefono, infatti, aveva il doppio della RAM rispetto al modello precedente, una fotocamera da 3 megapixel e supportava le reti wireless HSDPA fino a 7.2 Mbps.

Questo dispositivo, peraltro, è rimasto in commercio per oltre 3 anni. Solo recentemente, infatti, Apple, ne ha interrotto la commercializzazione, continuando, comunque, a supportarlo per il 2013.

Anche dopo l’arrivo dell’iPhone4, nel 2010, Apple ha mantenuto in commercio il 3GS nella sola versione da 8GB e come modello economico. Disponibile ancora l’anno scorso, il 3GS è stato il dispositivo disponibile sottoscrivendo un contratto, ma senza costi aggiuntivi.

Soprattutto, però, man mano che durante questi anni Apple rilasciava nuove versione del sistema operativo mobile, l’iPhone 3GS ha continuato ad essere supportato, in tutto o in parte. Con iOS 6, per esempio, il modello non beneficierà del supporto delle mappe 3D e di flyover, della navigazione “turn-by-turn” e delle foto panoramiche.

Tuttavia, il fatto che l’iPhone 3GS continui ad essere supportato è una circostanza unica.

Aggiornamenti dei sistemi operativi per smartphone.

Come a illustrato AppleInsider, questa circostanza è qualcosa che si vede raramente nell’industria degli smartphone. IN particolare, molti dei telefonini che hanno debuttato nel medesimo periodo dell’iPhone 3GS non erano più supportati già prima che scadesse il biennio di durata contrattuale:

Tutti i dispositivi aventi Windows Mobile 6.x, Palm webOS Pre e Pixi, RIM Blackberry 5.x e tutti quelli che montavano Google Android 2.0 Eclair oggi non sono più supportati dalle ultime release di queste piattaforme, ma ancor peggio, non lo erano già prima che passassero i due anni di durata contrattuale. Questa situazione non sta ancora cambiando , con le piattaforme Google, Microsoft e RIM che forniscono le nuove release solo sui nuovi dispositivi.

La ragione principale che consente ad Apple di continuare a supportare i dispositivi più vecchi sta nel fatto che Apple controlla sia l’hardware che il software dei propri prodotti. Le altre compagnie, come Nokia, ad esempio, devono fare affidamento su terze parti per implementare aggiornamenti software. Inoltre, i telefonini meno costosi risultano carenti della RAM necessaria per supportare anche un singolo aggiornamento.

La cura di Apple verso i dispositivi non più nuovi come l’iPhone 3GS non è una novità per gli utenti, ma è  importante. Dopotutto l’iPhone 5 è nuovo ora, ma non lo sarà nei prossimi 3 anni e per gli utenti lo manterranno fino al 2015 è piacevole sapere che Apple continuerà a supportarlo anche negli anni a venire.

Anche gli utenti del Samsung Galaxy III possono confidare su un trattamento analogo? Probabilmente no.

Via AppleInsider

Approfondimenti