Apple studia un metodo per controllare dispositivi con dei comandi vocali attraverso uno smartphone o un computer

Non c’è dubbio che Siri sia una delle novità più apprezzate e rilevanti introdotte con l’iPhone 4S, ma non è escluso che in futuro venga implementata anche in altri dispositivi, e a confermalo è un nuovo brevetto dell’azienda californiana.

Il brevetto descrive un metodo che renderebbe possibile controllare un secondo dispositivo elettronico semplicemente impartendo dei comandi vocali; tutto questo processo sarebbe mediato dal collegamento di uno smartphone o un computer. Riassumendo brevemente il brevetto in questione, il metodo descritto consentirebbe di utilizzare dei controlli simil-Siri per impartire dei comandi a virtualmente qualsiasi dispositivo elettronico qualora sia collegato ad esso, attraverso Bluetooth o Wi-Fi, un iPhone o un MacBook con i requisiti hardware e software necessari.

Sicuramente i comandi vocali non risulteranno essere utili in tutte le situazioni, ma potranno migliorare alcune normali attività come ad esempio possa essere modificare delle impostazioni o visionare delle immagini: senza dover manualmente passare da un’immagine all’altra per trovare quella desiderata, si potrebbe pronunciare una frase del tipo “Siri, mostrami le foto dello scorso giovedì” ed ottenere in tutta risposta le immagini ricercate. Ricordiamo comunque come non sempre un brevetto voglia significare la successiva introduzione della novità descritta, ma si tratterebbe senza dubbio di una funzionalità molto interessante.

[via]

Brevetti