Come passare dal firmware 3.0 al firmware 2.2.1

Avete fatto l’errore di installare il firmware 3.0 pur non essendo sviluppatori ufficialmente registrati al Dev Program di Apple e ora volete tornare al tanto amato 2.2.1? Allora leggete questa guida…

iphone_dfu

  • Scaricate il firmware 2.2.1 da qui
  • Connettete l’iPhone al Mac/Pc e selezionate iPhone dalla lista degli apparecchi da iTunes.
  • Se iTunes non riconosce l’iPhone dovrete entrare in DFU mode (per gli utenti che hanno Leopard 10.5.6 è consigliato l’uso di un Hub USB
  • Cliccate su Alt (utenti Mac) o Shift (utenti Windows) + Ripristina su iTunes
  • Selezionate il firmware 2.2.1 precedentemente scaricato
  • Ignorate i messaggi di errore come  1011, 1013, 1015
  • SOLO PER UTENTI MAC: installate iRecovery, spostate i file “iRecovery” e “libusb-0.1.4.dylib” nella directory: /usr/local/lib dell’iPhone. Per farlo dovete aprire il terminale e digitare:open /usr/local/lib

    Cliccate su “Autentica” e inserite la password di amministratore del sistema, in modo da far aprire la cartella in cui copiare i due file. Ora bisogna settare i permessi, per cui, sempre da terminale, digitate:

    chmod 777 /usr/local/lib/libusb-0.1.4.dylib
    chmod 777 /usr/local/lib/iRecovery
    /usr/local/lib/iRecovery -s

    Ora l’iPhone dovrebbe riavviarsi, altrimenti chiudete e riaprite il terminale e digitate:

    usr/local/lib/iRecovery -s
    fsboot

  • Usate a questo punto QuickPWN 2.2.5 per il Jailbreak dell’iPhone Firmware 2.2.1
  • Dopo pochi seconti iTunes riconoscerà l’iPhone.
  • Nel caso vi siano messaggi di errore come  1601, 1602 o 1600 riprovate tutti i passaggi.

Nota: questa guida per il downgrade è pensata esclusivamente per aiutare gli utenti che hanno fatto l’errore di aggiornare al firmware 3.0 e vogliono ritornare all’attuale 2.2.1, ma non deve assolutamente servirvi come sprono a tentare di aggiornare al 3.0, in quanto, se non siete sviluppatori, vi ritroverete semplicemente con un iPhone inutilizzabile (niente telefonate e niente sincornizzazione iTunes).

Si ringrazia l’utente Saviowd per la segnalazione.

AirPods Max disponibili su

Guide