AVPlayer: una nuova applicazione per visualizzare Divx, e non solo, su iPhone – Primi test!

Dopo VLC, arriva su iPhone una nuova applicazione che consente di visualizzare diversi formati video nativamente, senza cioè la necessità di convertirli prima di copiarli sul melafonino.

L’iPhone, infatti, non supporta numerosi formati video utilizzati comunemente dalla maggior parte degli utenti. Diverse applicazioni consentono già di ovviare a questa limitazione, e tra queste oggi segnaliamo AVPlayer.

L’applicazione consente di visualizzare nativamente i seguenti formati video: XVID/DIVX (incluso AC3) AVI, WMV, RMVB, ASF, H264 e MKV, tutti con supporto ai sottotitoli di tipo SMI e SRT.

Per copiare i video bisogna utilizzare la funzione di File Sharing presente in iTunes, per cui collegare l’iPhone tramite USB, lanciare iTunes, andare nella scheda Applicazioni e, in basso, selezionare AVPLayer. A questo punto possiamo selezionare tutti i video che vogliamo copiare su iPhone e sincronizzarli.

Una volta copiati i video, possiamo lanciare l’applicazione su iPhone ed avviarne la riproduzione. Tramite gesture è possibile utilizzare diverse funzioni, come far andare velocemente la riproduzione in avanti o indietro.

L’applicazione consente anche di gestire i video in cartelle, quindi di catalogarli, di visualizzarli in streaming WiFi collegando l’iPhone alla stessa rete del computer dove è presente il filmato, e addirittura di applicare degli effetti colore ai video stessi o proteggere i filmati con password, in modo da evitarne la visualizzazione ad estranei.

iPhoneItalia ha effettuato alcune prove: i Divx vengono letti in maniera ottimale, senza particolari rallentamenti. Se si utilizzano, però, i video a 720p la riproduzione non è delle migliori. In questo caso consigliamo di convertire il video HD in formato MP4.

Rispetto a VLC, questa applicazione supporta un numero maggiore di video, mentre la visualizzazione degli stessi file è praticamente identica. AVPLayer ha dalla sue funzionia ggiuntive non presenti in VLC, che però, ricordiamo, è gratuita.

Applicazioni App Store