Sette consigli per evitare applicazioni truffa su App Store

22 febbraio 2012 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Di recente, malgrado i forti controlli di Apple, su App Store sono comparse diverse applicazioni truffa che non hanno alcun contenuto, ma che riescono a convincere utenti distratti grazie a descrizioni e titoli fasulli. Quali sono, quindi, i consigli da seguire per evitare brutte sorprese?

Prima di premere il tasto “Acquista” è utile seguire una serie di passaggi per evitare di scaricare applicazioni “truffa”.

LEGGERE LA DESCRIZIONE

La qualità di una descrizione è spesso il primo campanello di allarme. Se tale descrizione sembra scritta da un bambino di sei anni, oppure è tradotta malissimo, allora bisogna iniziare a stare attenti: o lo sviluppatore non si preoccupa di fornire al cliente una descrizione degna di tale nome, oppure non se ne cura proprio perchè la sua app non ha alcun tipo di contenuto.

LEGGERE I COMMENTI

I commenti che acquistano un’app e poi si accorgono della truffa spesso scrivono un commento e fanno sapere agli altri la natura reale dell’app. Se vi sono commenti a 5 stelle, magari scritti in inglese o in un italiano poco corretto, è probabile che siano stati inseriti dallo stesso sviluppatore attraverso i bot (sui quali Apple ha da poco avviato una dura battaglia).

MONITORARE L’APP STORE

Se siamo dubbiosi sulla reale natura di un’app, effettuiamo una ricerca su App Store per trovare altr app simili. Abbiamo visto che pochi giorni fa su App Store è apparsa un’app frode chiamata Pokemon. Effettuando una ricerca mirata, sarebbe stato facile capire che non si trattava affatto dell’app ufficiale. Lo stesso vale per le tante app che hanno nel titolo le parole “angry birds”, utilizzate solo come specchietto per le allodole. Gli Angry Birds ufficiali sono pochi e facilmente rintracciabili. Il medesimo discorso falle per tutte le imitazioni di titoli famosi presenti su App Store.

LA STORIA DELLO SVILUPPATORE

Se trovate un’app che volete acquistare, perdete 3 minuti per guardare anche il link ufficiale dello sviluppatore, il suo sito ufficiale e, sulla sinistra dell’App Store, anche le altre app sviluppate. Grazie a ciò è possibile farsi un’idea di come lavora tale sviluppatore. Molte volte, se unos sviluppatore ha centinaia di applicazioni e non si tratta di grandi software house, è probabile che siano tutte, o quasi, imitazioni e app senza alcun contenuto di rilievo.

Logicamente questa regola non vale sempre, e può capitare di imbattersi un un’app frode di uno sviluppatore che ha realizzato solo quell’applicazione. Per questo, se trovate un sito scarno o inesistente, descrizioni scritte male, nomi strani e un elenco di 280 app, allora iniziate a dubitare di quello sviluppatore.

GLI AGGIORNAMENTI

Una volta che un’app è stata approvata, la maggior parte dei truffatori non avrà il tempo di aggiornarla. Sono su App Store solo per fare soldi in un breve periodo di tempo, sufficiente per raggranellare qualcosa prima che Apple tolga l’applicazione. Per questo può essere utile controllare la storia degli aggiornamenti di un’app dubbia che si desidera acquistare.

IL VOLTO DELLO SVILUPPATORE

Oltre al sito ufficiale, uno sviluppatore serio il più delle volte offre anche una pagina Facebook e un collegamento Twitter per comunicare con gli utenti. Non sono indispensabili, ma risultano essere due mezzi sinonimo di professionalità.

LA RICERCA SUL WEB

Se sei ancora dubbioso, cerca su blog specializzati come iPhoneItalia, dove spesso vengono elencate le app truffa più importanti, ed effettua ricerca sul web per scoprire l’esperienze di altri utenti.

[via]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

  • Ragug0

    Insomma più che regole si tratta di buonsenso!
    Quello che purtroppo manca alla gente sempre troppo spesso.

  • http://www.facebook.com/people/Luca-Ansevini/1478627527 Luca Ansevini

    Purtroppo il problema è che ad esempio un ragazzino che vede Pokèmon parte a mille senza stare troppo all’occhio alla possibile frode… Purtroppo va considerato che non tutti abbiamo le competenze e le conoscenze per evitare le frodi… Spesso molti utenti sono persone alle prime armi che non sanno molto di frodi sul web…

  • Miliaccia83

    Salve ,io ho riscontrato proprio questo problema , e infatti ho lo store con Angry birds in aggiornamento ma ovviamente nn c’e’ il mio account ma quello di un non so chi …. per ovviare il problema come si puo’ fare per togliere l’App ke non e’ installata sul mio Imac ????
    Vi sarei grato se mi date una mano 

  • Bender

    Ah, l’itaGLiano…

  • Dsdfdfdffd

    install ous!

  • Paolo

    Non tutti nascono “imparati” e la truffa è propositamente fatta per questo. Apple pavoneggia tanto l’accuratezza verso il consumatore e il processo di approvazione sull’AppStore forse non è cosi infallibile.
    Benvenuti nel magico mondo dove Microsoft e affini si trovano da anni quando i pesci proliferano aumentano anche i predatori!!! ;D

  • Paolo

    Mancano un po’ di punti e virgole ma il senso è chiaro…

  • Barani Davide

    X avere queste info su iPhone/itouch consiglio l’app “appzapp” con cui mi trovo molto bene. Utile soprattutto la funzione di app nuove e app in offerta.

  • http://profile.yahoo.com/P4BGMBXVXGZSMQOZIKNF74NBQE Mauro

    Questo sconosciuto!

  • http://profile.yahoo.com/P4BGMBXVXGZSMQOZIKNF74NBQE Mauro

    Questo sconosciuto!

  • Enrica

    Tap translate da 1 è passata a più di 7,00 euro ma il peggio è che non funziona bene e non vale niente,poi è impossibile contattare il sito e lo sviluppatore!
    Da non credere , le recensioni sono fasulle per la maggioranza

  • Enrica

    Attenzione all App : Tap translate! È arrivata a 7,00 euro e qualcosa ma non funziona non vale niente ed è impossibile contattare lo sviluppatore né ci sono siti da consultare . FATE ATTENZIONE A TAP TRANSLATE anche le recensioni sono fasulle per 3/4 .
    Salve e grazie dello spazio
    Fermiamo queste truffe spargendo voce perché spesso questi signori continuano a farsi pubblicità nonostante la App non vale nulla o non funziona.