Apple si scusa e rilascia una nuova versione di iOS 9.2.1 che corregge l’Error 53

18 febbraio 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)
FEATURED

Apple ha rilasciato una versione aggiornata di iOS 9.2.1 che può essere installata solo tramite iTunes da quegli utenti che si sono ritrovati con l’iPhone bloccato dall’ormai noto “Error 53”.

Schermata 2016-02-18 alle 19.32.23

L’Error 53 compare su alcuni iPhone su cui è stato montato un Touch ID non ufficiale Apple. L’errore blocca di fatto il terminale e costringe l’utente a recarsi presso un Apple Store per ricevere assistenza e per far montare un Touch ID originale. In tanti hanno fatto presente che Apple non può obbligare i suoi clienti a recarsi pressi i più costosi canali ufficiali per la sostituzione di un Touch ID rotto, visto che un dispositivo legittimamente acquistato dovrebbe poter essere riparato anche presso centri non autorizzati dall’azienda. Quanto meno, Apple non dovrebbe bloccare tali terminali…

Per questo motivo, ora Apple ha rilasciato una versione modificata di iOS 9.2.1, che può essere scaricata solo da iTunes per ripristinare gli iPhone bloccati a causa dell’errore 53. 

Apple dovrebbe presto pubblicare anche un documento che spiega come effettuare tutte le operazioni di pristino. Tra l’altro, Apple si scusa con i propri utenti per il disagio, spiegando che l’errore era stato integrato per effettuare test interni e non aveva lo scopo di bloccare gli iPhone venduti agli utenti. I clienti che si sono ritrovati con iPhone bloccato da questo errore e che hanno pagato l’assistenza Apple per la sostituzione del Touch ID fuori garanzia potranno chiedere un rimborso contattando l’AppleCare.

Attenzione però: se avete un iPhone con Touch ID non originale potete sì bypassare l’errore 53 con questo nuovo firmware, ma non sarà possibile riattivare le funzioni del sensore. In pratica, un Touch ID non originale continuerà ad avere il sensore delle impronte digitali disattivato. Si tratta di un sistema di tutela per l’utente, visto che solo i Touch ID certificati Apple garantiscono la sicurezza necessaria per un componente così importante. Le impronte digitali sono infatti memorizzate sul Secure Enclave, un coprocessore che controlla il corretto funzionamento del Touch ID. Per far comunicare Secure Enclave e Touch ID viene inviato un codice ID univoco e segreto, che non può funzionare su componenti non originali.

Se Apple permettesse anche ai Touch ID di terze parti di comunicare con il Secure Enclave, la sicurezza delle impronte digitali verrebbe meno e un malintenzionato potrebbe facilmente superare qualsiasi tipo di controllo. Per questo motivo, i Touch ID non originali e non sostituiti presso centri autorizzati saranno disattivati. Si tratta di una decisione che ha senso: l’iPhone continua a funzionare, ma per evitare qualsiasi problema di sicurezza il Touch ID non originale viene disattivato.

Chi si ritrova l’iPhone bloccato da questo errore non deve far altro che collegare il dispositivo ad iTunes e cliccare su “Verifica aggiornamenti”. A quel punto, inizierà il download del nuovo firmware con relativa installazione.

Anche iFixit ha confermato la “correzione” dell’errore, anche se l’azienda non parla di bug corretti, ma di una Apple che è ritornata sui suoi passi probabilmente dopo le tante polemiche.

[via]

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Mattechnology007

    Penso che sia corretto adesso, mi sembra giusto non restituire la funzione di impronte per motivi di sicurezza a tasti non originali ma almeno far funzionare il dispositivo tranquillamente

  • Dexter

    Che dire adesso leggo cose giuste e serie da parte di un’azienda seria come la Apple.
    E per i cocones che dicevano che era giusto quello che si presumeva avesse fatto la Apple vi dico svegliatevi e pensate con il vostro cervello perché alla fine avete scritto solo baggianate perché l’azienda è tornata sui suoi passi come è logico che sia.

  • Marcy

    haha…si sono dileguati 😀

  • ROOT

    Prima gli Apple fan dicendo che andava bene così e ora che sono d’accordo con la decisione dell’azienda…
    Bah… 😒

  • Gaia P.

    Niente e nessuno è perfetto, avere un pensiero critico su una passione (almeno per me) è molto importante e giusto.

  • Pullus92

    Io penso ancora che bloccare dispositivi potenzialmente rubati fosse giusto, ma Apple è dovuta tornare sui suoi passi per due motivi, la prima per azioni legali, che comunque la avrebbero costretta a sbloccare i dispositivi comunque perdendoci anche dei soldi, la seconda perché per bloccare dispositivi potenzialmente rubati ne bloccava anche altri che hanno un Touch ID non originale (o originale ma sostituito) ma comunque non rubato.

  • Pullus92

    Ma rimango dell’opinione che bloccare un dispositivo se il processore non riconosce il Touch ID sia giusto per proteggere i dati, ma dovrebbe essere altrettanto semplice sbloccare i dispositivi dopo aver dimostrato il possesso di tale.

  • ROOT

    Stavo parlando in linea generale…
    Stavo parlando di tutte quelle persone che prima sono completamente d’accordo su una decisione presa da Apple e se poi Apple dovesse cambiarla, sono ancora d’accordo…

  • Dexter

    Ma quando mai è stato detto che i dispositivi rubati non devono essere bloccati , la Apple in errore bloccava dispositivi con il Touch ID non originale ma non ha nulla a che vedere con l’iPhone rubato , il problema sta nel fatto che un Touch ID non originale potrebbe inviare dati ai malintenzionati che te lo hanno istallato stop.

  • CAIO MARIZ®

    credevo che servisse un blocco totale del terminale per tutelare la privacy del touch ID, ma è sufficiente anche il blocco del touch ID stesso, poco male
    e’ fondamentale che quel componente resti sempre originale, dato che è sempre più importante anno dopo anno ed è la chiave per tutti i dati sensibili dell’utente

  • rhakekel

    Ehm… Mi sa che non avete neanche letto l’articolo 😉

  • Alessandro

    Un dispositivo il cui Hardware viene manomesso non puoi sapere se è rubato o se è stato manomesso per delinquere o rubare. Detto ciò, Apple è corsa ai ripari perchè altrimenti avrebbe dovuto affrontare innumerevoli processi.

  • rhakekel

    Perdonami, ma l’articolo lo hai letto?

  • rhakekel

    “Ci scusiamo dell’errore: il cliente ha diritto a fare riparare il telefono dove gli pare.
    Però il sensore continuerà a non funzionare, ergo se rivuole il Touch ID deve venire comunque da noi”.

  • Alessandro

    L’azienda fa quello che le pare per evitare di avere problemi con la legge. Io continuo a ritenere che un dispositivo manomesso in una parte così “delicata” vada bloccato e sbloccato solo ed esclusivamente se l’utente dimostra di esserne il proprietario e accetta il rischio.

  • rhakekel

    Anche per te: lo hai letto l’articolo?

  • ROOT

    Certo che l’ho letto l’articolo…
    Il punto?

  • ROOT

    Niente da ridire e concordo!

  • Dexter

    Si vabbè domani la Fiat ti blocca la macchina perché hai un filtro della nafta non originale , ma per favore ancora a sostenere questa tesi che nemmeno la Apple sostiene più ..

  • rhakekel

    In molti avere parlato di “Apple fan che cambiano idea in base a quello che dicono a Cupertino”.
    In realtà Apple per non perdere la faccia (e parecchio denaro in risarcimenti) ti permette di sbloccare il telefono, ma il Touch ID non originale continua a non funzionare, ergo devi comunque portarlo da loro. Ne deduco che la libertà di farlo riparare da chi ti pare che proclama Apple nel suo comunicato è uno specchietto per le allodole (ripeto: se vuoi che il Touch ID riprenda a funzionare devi comunque portarlo in un centro assistenza autorizzato).

  • Gianluca Pertosa

    e ci mancherebbe che il touch id fosse riparabile da chiunque

  • rhakekel

    Appunto! Per questo dico che non c’è nulla di incoerente in quello che sostenevamo, ossia che per il Touch ID era giusto che Apple dirigesse l’utenza verso l’assistenza ufficiale.
    Quindi, nella sostanza non è cambiato nulla!

  • Gianluca Pertosa

    ah ok, no perchè da come ti eri posto credevo fossi uno dei fervidi sostenitori del “lo riparo da chi voglio” cioè nemmeno io sono totalmente a favore delle riparazioni da apple (79€ per una batteria sono davvero troppi) ma il touch id per me deve restare assolutamente proprietà di apple

  • ROOT

    Si sì questo già lo so, c’è scritto nell’articolo…
    Io parlavo delle persone che dicevano che il Touch ID poteva ripararlo solo Apple e che aveva tutto il diritto di bloccare i dispositivi con Touch ID di terze parti…

  • rhakekel

    Bloccarlo è eccessivo, non ci piove.

  • Alessandro

    Leggi, ti farà bene. Apple ha dovuto rilasciare il fix, tant’è che il Touch ID resta interdetto. Io, se permetti, preferisco che se il mio telefono viene a mia insaputa manomesso per rubarmi i dati, il telefono stesso si blocchi. Se a te non importa è un altro paio di maniche, vai pure in giro, megafono in mano a distribuire i tuoi codici delle carte di credito e copie delle chiavi di casa con indirizzo.

  • Alessandro

    Nel filtro della nafta tu ci tieni le password dei conti bancari? Io no, le metto in cassaforte. E se compro una cassaforte che si apre con qualsiasi codice, l’azienda mi deve risarcire.

  • Giannixxxx

    Per quanto riguarda a mio parere il Touch ID e giusto così ….. Ma che un iphone con componenti compatibili come Lcd riparato in altri centri assistenza viene bloccato da l’errore 53 questo è illegale ❗️!!!!

  • Pullus92

    No il problema sta nel fatto che è possibile bypassare il codice manomettendo il Touch ID, quindi iPhone si blocca se esso non supera i controlli di sicurezza.

  • ROOT

    Per me questa è la soluzione migliore…

  • Dexter

    Cosa vorresti dire con questa frase , certo che l’ho letto e la Apple è tornata sui suoi passi stop , tutto il resto è noia .

  • Dexter

    Ma quanti hanno i codici per lo sblocco della bom.ba nucleare nell’iPhone ?
    Na per favore non facciamo tutti gli agenti segreti per lo più in Italia non c’è nemmeno Apple Pay perciò parli di aria fritta se mi dici che devo avere il telefono bloccato perché la Apple mi vorrebbe tutelare sui codici .

  • Dexter

    Non ho i codici della carta di credito nell’iPhone e la cosa che mi sorprende è a cosa ti serve averli sull’iphone .

  • Dexter

    Meno male che lo hai letto tu che stai dicendo a tutti di non aver capito l’articolo , mi sa che non l’hai letto tu l’articolo svegliaaaa.

  • Umberto

    In tema di riparazioni, ho sostituito la batteria del mio 4S e sembrava funzionare tutto bene finché ho avuto la malaugurata idea di ripristinarlo. Si é un telefono datato ormai ma a me stava più che bene. Si é totalmente bloccato e non c’é stato verso di farlo funzionare in nessun modo, DFU compreso. Errori diversi su iTunes che indicano un guasto hardware, la batteria in questo caso. La Apple mi ha risposto che non possono fare nulla poiché la batteria non é originale e che “eccezionalmente” me lo avrebbero sostituito alla modica cifra di 221 euro. E sembra mi facciano anche un favore! Vi sembra sensato tutto questo? La mela morsicata ha una risposta a tutto sempre che ci si rivolga a loro per qualsiasi cosa. Che vada a farsi fottere, con me ha chiuso.

  • StarLord

    Come volevasi dimostrare, solo un semplice errore. Almeno i complottari si mettono il cuore in pace, visto che sono previsti pure dei rimborsi

  • StarLord

    Beh ma onestamente penso sia giusto che un Touch ID non ufficiale non vada. Per quel che ne so, potrebbero venderli “contraffatti” e utilizzabili da chiunque.

  • æternum

    Il problema principale era: ti si rompe il touch id? Se aggiorni il tuo iphone si blocca perchè non lo riconosce! Ora invece è possibile usarlo lo stesso anche col touch id rotto! Conosco persone che hanno un iphone 6 e che non usano il touch id!

  • æternum

    Ho cambiato centinaia di batterie del 4S ed è la prima volta che sento questa cosa.. Hai provato a prenderne un’altra da un venditore un po’ più serio?

  • alpha2

    Quel tipo di persone non ha bisogno di vivere su questa terra (ironico)

  • rhakekel

    Apple NON è tornata sui suoi passi. Per ritornare a utilizzare il Touch ID devi comunque portare il telefono nei loro centri assistenza, quindi i suoi proclami iniziali sul “diritto a fartelo riparare da chi vuoi” valgono zero.
    Hanno semplicemente usato un compromesso: il telefono non diventerà un fermacarte, ma per il touch poi devi portarlo da noi. Tutto qua.
    Quindi quello che hanno detto gli “Apple fan” con cui ti sei scagliato, vale ancora.

  • rhakekel

    La penso anch’io così.

  • rhakekel

    Anche secondo me.

  • IlNonno

    Più che giusto così

  • IlNonno

    I fan dicevano che era giusto bloccare , Apple ha dimostrato il contrario

  • IlNonno

    Lo by passo e non lo uso ma non puoi bloccare tutto.

  • Alessandro

    E certo, perché questo problema si è verificato SOLO in Italia. O Apple crea sistemi operativi esclusivi. Io li ho i codici su iPhone e con 1Password li gestisco tramite Touch ID. Come me molta gente. Se tu non lo fai sei tu l’eccezione, non sei la regola.

  • http://www.aforismicitazioni.it/ Alessio Perilli

    Sono d’accordo con la decisione, ma mi sorge comunque un dubbio…
    In realtà quando iPhone viene riavviato (operazione obbligatoria per una riparazione) all’accensione il sistema chiede di inserire la psw e solo dopo riattiva il Touch ID…
    Quindi, anche con un Touch ID non certificato in realtà la sicurezza non verrebbe meno, perchè come primo passo verrebbe chiesta la psw…

  • http://www.ioslifeita.com/ Fudish

    Ci sono persone che avendo una sudorazione eccessiva delle dita… Anche volendo usare il touch id non possono.

  • http://www.ioslifeita.com/ Fudish

    Quoto

  • Dexter

    I fan come te dicevano che era giusto bloccare il telefono per il Touch ID ( che nemmeno uso sinceramente) mentre la Apple ha deciso di bloccare solo il sensore perciò ho ragione io quando dico di darvi una svegliata e pensare con la vostra testa .

  • Dexter

    Concordo

  • Dexter

    Hai detto una cosa per farne capire un’altra , tu proteggi 1password può essere protetta anche con un semplice codice perciò se ne potrebbe anche fare a meno , svegliati e pensa con la tua testa .

  • Umberto

    Ho provato a rimettere la batteria originale ma il risultato non cambia. Non si schioda

  • æternum

    Prova a tenerlo sotto carica per un po’ magari è esausta del toto. Purtroppo farti una diagnostica cosi a distanza è parecchio tosta. Se non si accende prova ad attaccarlo al pc e vedi se itunes lo riconosce

  • Alessandro

    Io ripeto, secondo me, è una misura di sicurezza che stava bene. Nel senso, avrebbe avuto più senso se Apple avesse dato la possibilità di ricertificare i pezzi sostituiti previa verifica dello scontrino o di una prova d’acquisto del dispositivo. Così non si sarebbe “persa” una misura comunque intelligente e non si sarebbero bloccate le riparazioni fai da te.

  • Dexter

    Questo che hai detto ha senso però purtroppo la Apple pensa molto a monetizzare forse negli ultimi tempi più di prima perciò non farà mai una cosa intelligente e logica come quella che hai scritto.

  • Umberto

    Il telefono si accende, viene riconosciuto da iTunes, mi chiede di ripristinarlo ma a metà dell’installazione mi da un errore e non va più avanti. Ho provato decine di volte. Adesso vedo se posso trovare una scheda logica usata e magari provare a sostituirla. Altrimenti…depongo le armi. Grazie dell’aiuto

  • æternum

    Che errore ti da? Potrebbe essere un errore dovuto a un componente diverso dalla scheda madre o un errore software. Cambiare motherboard (oltre che dispendioso) non è detto ti risolva il problema!

  • Umberto

    Errore 29 e una volta soltanto errore 4005

  • æternum

    Prova a ripristinarlo da dfu senza antivirus. O prova un altro pc. Se l’errore persiste dovresti provare un’altra batteria.