PicVault, e le foto private sono al sicuro sull’iPhone

16 Ottobre 2008 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

PicVault, disponibile tramite AppStore, consente di impostare una password e rendere inaccessibile agli altri la visualizzazione delle proprie foto importate o scattate tramite il programma stesso.

Dimensione: PicVault. Prezzo: 2,39. Dimensione: 100 Kb. Link AppStore.

Appena lanciamo PicVault dobbiamo scegliere una password di 4 cifre che ci servirà poi per poter accedere alle nostre foto.

La schermata principale, di default, è vuota, ma si possono aggiungere delle foto in vario modo: cliccando sulla macchina fotografica possiamo scattare una foto che non verrà inserita nella libreria, ma sarà visualizzabile soltanto tramite PicVault; cliccando, invece, sulla cartella (seconda icona da sinistra) possiamo importare una foto dalla libreria, ma in questo caso rimarrà comunque visualizzabile anche da Foto (per cui, se vogliamo renderla privata a tutti gli effetti, dobbiamo andarla a cancellare dalla libreria dell’iPhone).

Se invece clicchiamo sulle opzioni (terza icona) posiamo creare una nuova cartella in cui poter inserire le foto (di default vengono inserita nel menù principale), esportare tutte le foto da PicVault alla libreria, spostarle in una cartella creata o cancellarle.

Purtroppo queste opzioni riguardano tutte le foto e non è possibile cancellarne soltanto una.

Cliccando su PIN possiamo resettare la password ed impostarne una nuova.

La visualizzazione delle foto avviene tramite PicVault, anche se in modo leggermente più lento rispetto al programma originale dell’iPhone, soprattutto nel cambio tra la vista normale e quella in landscape.

PicVault è un programma che fa bene il suo dovere, permettendo di creare una libreria personale e privata non accessibile da chi non conosce la password. Peccato per la mancata possibilità di gestire le singole foto e per un visualizzatore non perfetto.

Voto: 6,5

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.