Apple TV 4K 2022: INUTILE, NON HA RIVALI! – Recensione | VIDEO

Il miglior box TV in circolazione si evolve con attenzione e sfida la concorrenza senza paura.

La Apple TV 4K 2022 si rinnova con alcune modifiche nell’hardware che migliorano l’esperienza di utilizzo di tvOS e la visione dei contenuti in streaming.

Le novità della Apple TV 4K 2022

Dopo appena un anno dal rilascio del modello di generazione precedente, Apple rinnova la sua Apple TV 4K introducendo il modello 2022 che porta con se alcune novità. Non cambia il design, tanto della box quanto del telecomando. Lo stile resta quindi quello iconico della Apple TV di quarta generazione che ha segnato un rinnovamento importante rispetto al passato. Il Siri Remote ottiene, come unica novità, una porta USB-C per la ricarica in sostituzione del “vecchio” Lightning.

L’altra modifica estetica e funzionale risiede nell’eliminazione della ventola di raffreddamento interna, presente fino al modello precedente. Questa volta l’azienda di Cupertino ha optato per un design termico passivo che viene aiutato nella gestione delle temperature dal nuovo chip Apple A15 Bionic, una vecchia conoscenza del mondo iPhone che trovava spazio su tutta la linea iPhone 13 e che viene riproposto anche su iPhone 14 e su iPhone 14 Plus.

Cambia anche l’approccio alla connettività, con il modello base che rinuncia alla porta Gigabit Ethernet (presente solo nella versione da 128 GB, la più costosa) e fa affidamento al solo WiFi 6 e all’HDMI 2.1 per la trasmissione del flusso video. La Apple TV 4K è inoltre in grado di supportare Thread, il protocollo di rete mesh a basso consumo pensato per la gestione della demotica, in attesa dell’introduzione ufficiale del protocollo Matter che renderà la Apple TV un hub domotico più interoperabile.

L’ultima aggiunta che troviamo sulla Apple TV 4K 2022 è rappresentata dall’introduzione dell’HDR10+ che si aggiunge al supporto al Dolby Vision, il quale avrà comunque priorità rispetto all’HDR10+ in caso di contenuti compatibili.

Due modelli, ma come vanno?

La Apple TV 4K 2022 resta disponibile in due versioni: il modello base ha uno storage di 64 GB e un prezzo che scende di 20€ rispetto al modello top di gamma da 128 GB. La riduzione del prezzo va tenuta a mente anche nell’ottica delle “rinunce” da accettare, prima su tutte la riduzione della memoria, ma in secondo luogo anche per l’assenza della porta Ethernet.

Non ci sono altre differenze tra il modello base e quello top: l’hardware è condiviso così come l’esperienza software, affidata di fabbrica all’ultima versione di tvOS che non si distanzia particolarmente dalla precedente in termini di funzionalità. Fa sicuramente piacere l’avvento del chip A15 Bionic che regala una risposta istantanea in tutti gli scenari di utilizzo. Anche la risposta del multitasking è particolarmente migliorata, scongiurando ora quei leggeri rallentamenti durante lo scrolling e la chiusura delle applicazioni aperte.

Rispetto al precedente chip utilizzato (l’A12 Bionic) il passo in avanti generazionale è tangibile, per quanto poi il collo di bottiglia sia sempre rappresentato dal settore gaming: qui Apple potrebbe fare molto di più, sviluppando nuove partnership con i publisher e con i produttori di accessori, in modo tale da innalzare la qualità complessiva dei titoli presenti su Apple TV. Ad oggi, invece, troviamo sostanzialmente delle trasposizioni di giochi per iPhone e anche sottoscrivendo un abbonamento ad Apple Arcade la situazione non cambierà. Dal mio punto di vista servirebbe qualcosa di più specifico per il grande schermo per avvicinare maggiormente i gamer (anche causal) alla Apple TV.

Apple TV 4K 2022: dovresti acquistarla?

Apple TV 4K 2022 resta la miglior box TV in circolazione. Il margine di vantaggio di Apple era già sufficientemente ampio, ma con le novità del modello di nuova generazione viene ad estendersi ulteriormente. Questo a fronte di un prezzo tendenzialmente in linea con i concorrenti. Sicuramente questo non vuol dire, però, che Apple TV 4K sia la soluzione perfetta per chiunque: se non avete un iPhone, ad esempio, trarrete benefici limitati dalla Apple TV e dovrete entrare forzatamente in un ecosistema di cui non fate parte e che comunque “sfrutterete” poco.

Se però avete un iPhone o anche altri prodotti Apple, la scelta è praticamente obbligata. Potrete comodamente configurare il tutto tramite iPhone e iCloud in pochissimi minuti e a quel punto potrete godere della connessione tra i vari sistemi operativi Apple. Quasi tutto girerà sul cloud e avrete così accesso immediato alle vostre foto, alla libreria Apple Music, alle vostre serie lasciate in sospeso su Apple TV+, alle sessioni di allenamento di Fitness+ e a tutti gli altri contenuti direttamente sul grande schermo. Per non parlare poi della funzionalità SharePlay che consente di condividere ciò che stiamo guardando in tempo reale con i nostri amici o del login multi-utente che permette di personalizzare l’esperienza in salotto a seconda di chi accende la Apple TV.

Per accedere al mondo Apple TV 4K 2022, come già detto, serviranno 169€ per la versione base o 189€ per la versione da 128 GB (che ci sentiamo riconsigliare).

8,9

Nel complesso la nuova Apple TV 4K 2022 è tutto ciò che un box TV dovrebbe essere in questo momento. È semplicemente il top della categoria, ma il suo acquisto è fortemente consigliato solo agli utenti iPhone. È l’anello mancante (per alcuni) per portare sempre con se l’esperienza Apple, anche in soggiorno. L’HDR10+ e il nuovo chip A15 Bionic rendono ancora più “future-proof” questo prodotto.

  • Design
    8
  • Hardware
    9
  • Software
    9,5
  • Connettività
    9
  • Qualità/Prezzo
    9

Apple Watch Ultra in sconto su amazon logo

News