L’Asus Zenbook 17 Fold dimostra come si può innovare il design di un laptop/tablet

Apple dovrebbe prendere spunto dal nuovo Asus Zenbook 17 Fold per uno dei futuri MacBook?

L’Asus Zenbook 17 Fold è forse il computer più interessante dal punto di vista del design da quando Apple lanciò  il primo MacBook Air nel 2008.

Asus Zenbook 17 Fold

Ormai siamo nell’era dei pieghevoli, come dimostra il crescente interesse verso smartphone, tablet e PC di questo tipo. Apple non ha ancora presentato alcun dispositivo di questo tipo, e forse ci vorranno almeno due anni prima di vedere un iPad (prima di un iPhone e di un Mac) di tipo Fold. Intanto, però, la concorrenza non sta a guardare e Asus ha presentato un dispositivo davvero interessante, il cui concept sarebbe davvero bello vedere applicato e magari migliorato anche su futuri iPad/MacBook.

La trovata più funzionale di questo nuovo Asus Zenbook 17 Fold è il fatto che questo tablet/computer può trasformarsi da un mini laptop/tablet da 12,5″ fino a un mega laptop/tablet da 17 pollici.

Si tratta di fatto di un portatile da 13 pollici che si apre per diventare un computer desktop da 17 pollici. Asus ha spiegato che questo modello è una risposta al desiderio degli utenti di raggiungere l’equilibrio ideale tra mobilità e produttività, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Gli ingegneri e i designer di ASUS hanno lavorato per creare un dispositivo che offra un’efficienza elevata con un design moderno e minimal: “Il nuovo Zenbook Fold elimina la necessità di scendere a compromessi quando si lavora in ambienti diversi – in ufficio, a casa, in viaggio o durante il relax – incorporando due dimensioni di schermo e molteplici modalità di utilizzo in un unico dispositivo altamente portatile“.

Asus Zenbook 17 Fold offre agli utenti due dimensioni di display OLED in un unico dispositivo: un grande schermo touchscreen 4:3 da 17,3 pollici e 2,5K che si ripiega al centro per creare due display 3:2 da 12,5 pollici e 1920 x 1280. Quando è completamente chiuso, grazie alla cerniera a 180° progettata e testata per resistere a oltre 30.000 cicli di apertura e chiusura, è un dispositivo da 12,5 pollici ultracompatto e portatile, più piccolo di un foglio di carta per fotocopie.

Le molteplici modalità d’uso – Desktop, Laptop (con tastiera Bluetooth), Laptop (con tastiera virtuale), Tablet, Reader ed Extended – sono rese possibili dal design pieghevole in combinazione con la tastiera Bluetooth ASUS ErgoSense full-size e il touchpad; inoltre, ogni schermo può essere suddiviso in più finestre e i contenuti possono essere organizzati utilizzando la funzione di gestione intelligente delle finestre nelle applicazioni ASUS ScreenXpert 3 e l’esclusivo Mode Switcher. Nonostante la versatilità e le grandi dimensioni dello schermo, il dispositivo pesa solo 1,5 kg senza tastiera o 1,8 kg con la tastiera.

Il display certificato Dolby Vision ha un gamut DCI-P3 del 100% ed è anche PANTONE Validated per l’accuratezza dei colori. La nuova tastiera e il touchpad ASUS ErgoSense offrono, a detta dell’azienda, una digitazione confortevole e precisa, con un passo dei tasti di livello desktop di 19,05 mm e un’escursione di 1,4 mm sui tasti meccanici a forma di cono.

Il prezzo è di 3.299€, disponibile entro fine anno.

Dovrebbe farlo anche Apple?

Questo tipo di form factor potrebbe soddisfare molte esigenze. Magari a casa si usa la versione da 12,5 pollici, mentre in ufficio o durante lavori di un certo tipo si usa la versione da 17. Il tutto, in un unico dispositivo non troppo ingombrante e pesante da portare dietro. Non sarà mai leggero come i MacBook di oggi, ma si avrebbe in un’unica soluzione un portatile da 13 e 17 pollici, completo di tastiera meccanica. In più, avremo anche un iPad utilizzando la tastiera virtuale o semplicemente il touchscreen.

Cosa ne pensate?

Apple iPhone 14 Plus in pre-ordine su

Concorrenza