Il Safety Check in iOS 16 permette agli utenti di tutelarsi dagli abusi

Dopo le funzionalità anti-stalking integrate negli AirTag, Apple aumenta gli sforzi per garantire sicurezza agli utenti.

Apple compie un passo in più nei confronti della protezione di privacy e sicurezza dei propri utenti: la funzione Safety Check di Apple, introdotta su iOS 16, aiuta le vittime a proteggersi dagli abusi.

safety check

La nuova funzione Safety Check di Apple aiuta le vittime a recidere i legami potenzialmente pericolosi con gli abusanti, consentendo loro di disabilitare da remoto la messaggistica su dispositivi secondari, disattivare il tracciamento della posizione e altro ancora.

Durante il keynote introduttivo della WWDC 2022, Apple ha annunciato una nuova funzione che debutta in iOS 16 e che è volta ad aiutare gli utenti intrappolati in situazioni e relazioni di abuso. La funzione, denominata Safety Check, consente agli utenti di revocare l’accesso ai dati che hanno concesso ad altri.

Gli utenti possono reimpostare rapidamente tutte le autorizzazioni sulla privacy, uscire da iCloud su tutti i dispositivi e limitare tutti i messaggi in entrata e in uscita a un singolo dispositivo eseguendo un ripristino di emergenza. Inoltre, gli utenti possono disabilitare le autorizzazioni di tracciamento della posizione che potrebbero aver dato a un partner o ad un familiare.

Si tratta, senza dubbio, di un servizio utilissimo in caso di abusi e di stalking che può fornire alle vittime strumenti concreti per tutelarsi e restare al sicuro. Apple è da sempre molto attenta alla privacy e alla sicurezza dei propri utenti e questo nuovo Safety Check, in aggiunta a tutte le nuove impostazioni utili per il parental control, dimostra la volontà dell’azienda di perseguire questo genere di obiettivo anche su iOS 16.

Apple Watch Ultra in sconto su amazon logo

News