Le 15 funzionalità che il primo iPhone non aveva

Celebriamo i 15 anni del primo storico iPhone con una articolo dedicato... alle funzioni mancanti!

Il 9 gennaio del 2007, Steve Jobs presentava il primo iPhone della storia destinato a cambiare per sempre il settore degli smartphone (e non solo). A 15 anni di distanza, diamo uno sguardo alle principali funzionalità che l’iPhone 2G non aveva e che sarebbero arrivate solo negli anni successivi.

iphone 2g 2007

Presentato il 9 gennaio 2007 al Macworld Conference & Expo e introdotto negli Stati Uniti il 29 giugno 2007, solo successivamente è arrivato in Europa senza però mai giungere in Italia. L’iPhone 2G ha segnato un’epoca, visto che da quel giorno il mercato degli smartphone non sarebbe stato mai più lo stesso.

Malgrado un dispositivo così rivoluzionario, soprattutto per l’interfaccia utente e per quel pinch-to-zoom che all’epoca sembrava fantascienza, il primo iPhone mancava di diverse funzionalità a cui oggi siamo tutti abituati.

Ecco le 15 principali:

  • App Store: il primo iPhone aveva una serie di app preinstallate come Telefono, Meteo, Note, Calendario, Calcolatrice e Foto, ma non esisteva un modo ufficiale per installare app di terze parti. L’App Store avrebbe infatti debuttato solo nel luglio del 2008, malgrado Steve Jobs fosse inizialmente contrario e volesse puntare solo sulle Web app. La mancanza di uno store di app gestito da Apple fece nascere fin da subito la community del Jailbreak e una serie di store non ufficiali ricchi di app che all’epoca erano fondamentali per poter sfruttare a pieno le potenzialità dell’iPhone.
  • Copia e incolla: i più giovani non ci crederanno, ma la possibilità di copiare e incollare testo è arrivata su iPhone solo nel 2009.
  • Fotocamera frontale: nel 2007 i selfie praticamente non esistevano e il primo iPhone non aveva alcuna fotocamera frontale, che invece debuttò solo nel 2010 con l’iPhone 4 e le videochiamate FaceTime.
  • Registrazione video: il primo iPhone poteva scattare solo foto, con la registrazione video che venne introdotta da Apple su iPhone 3GS nel 2009. Sugli store alternativi esistevano però diverse app che consentivano di effettuare la registrazione di un video.
  • Torcia: senza un flash LED, non c’era nemmeno una torcia integrata. Quando l’App Store venne lanciato, tantissimi sviluppatori rilasciarono app che mostravano su iPhone uno schermo bianco alla massima luminosità per simulare una torcia.
  • MMS: questa fu una delle mancanze più criticate, perché all’epoca gli MMS erano considerati il futuro (!). L’iPhone 2G supportava gli SMS, ma non era possibile inviare foto tramite messaggi. Apple introdusse questa possibilità con iPhone OS 3.0 nel 2009, ma solo per iPhone 3G e iPhone 3GS.
  • GPS: sebbene il primo iPhone avesse l’app Google Maps preinstallata, non c’erano le indicazioni passo-passo poiché il dispositivo non aveva un GPS integrato. Apple ha poi introdotto il GPS con l’iPhone 3G nel 2008.
  • Sfondi della schermata iniziale: all’epoca, non era possibile impostare uno sfondo personalizzato nella schermata iniziale dell’iPhone. Questa novità venne introdotta solo con iOS 4 nel 2010, ma senza supporto per iPhone 2G.
  • Supporto per altri operatori: per il primo iPhone, Apple decise di concedere l’esclusiva solo ad alcuni operatori come AT&T negli Stati Uniti. Per utilizzare il dispositivo con le SIM di altri operatori, era necessario effettuare il Jailbreak e alcune operazioni.
  • Siri: l’assistente vocale di Apple è stato lanciato solo con l’iPhone 4S nel 2011.
  • Touch ID e Face ID: mentre gli iPhone e iPad più recenti sono dotati di sistemi di autenticazione biometrica, l’iPhone originale poteva essere protetto solo tramite passcode a quattro cifre. Il Touch ID fece il suo esordio con l’iPhone 5s nel 2013, mentre il Face ID ha debuttato nel 2017 con l’iPhone X.
  • Connettore Lightning: seguendo la strada degli iPod precedenti, il primo iPhone era dotato di un connettore dock a 30 pin. Apple decise di passare al connettore Lightning nel 2012, con il lancio dell’iPhone 5.
  • Display Retina: introdotto su iPhone 4 nel 2010, il display Retina presentava un numero di pixel quattro volte superiore rispetto all’iPhone originale ed era lo schermo con la risoluzione più alta tra tutti gli smartphone disponibili all’epoca.
  • Ricarica wireless: i primi iPhone a supportare la ricarica wireless sono stati iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X rilasciati nel 2017.
  • Resistenza all’acqua: i liquidi erano un grande nemico del primo iPhone, mentre gli ultimi modelli hanno una resistenza con grado di protezione IP68.

Ovviamente, le funzionalità assenti sul primo iPhone rispetto agli attuali modelli sono molte di più.

E voi, che ricordi avete del primo iPhone?

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Curiosità