Apple ritarda l’implementazione delle funzionalità di sicurezza per i bambini

Le funzionalità legate alla sicurezza dei bambini sono state molto criticate, per cui Apple ha deciso di posticipare il lancio.

Apple ha deciso di ritardare l’implementazione delle funzionalità di sicurezza dei bambini annunciate il mese scorso a seguito di un feedback negativo.

Child-Safety-Feature-yellow

Le funzionalità pianificate includono la scansione delle librerie di foto di iCloud degli utenti per la ricerca di materiale riguardante abusi sessuali su minori (CSAM), Communication Safety per avvertire i bambini e i loro genitori quando ricevono o inviano foto sessualmente esplicite e una guida CSAM estesa in Siri e nella ricerca.

Apple ha confermato che il feedback negativo di clienti, gruppi no-profit, ricercatori e altri a seguito dell’annuncio, ha spinto l’azienda a ritardare il rilascio della funzione. In questo modo potrà avere il tempo di apportare dei miglioramenti.

Dichiarazione ufficiale di Apple:

Il mese scorso abbiamo annunciato piani per funzionalità intese a proteggere i bambini da individui che utilizzano strumenti di comunicazione per reclutarli e sfruttarli e per limitare la diffusione di materiale pedopornografico. Sulla base del feedback di clienti, gruppi di difesa, ricercatori e altri, abbiamo deciso di dedicare più tempo nei prossimi mesi per raccogliere input e apportare miglioramenti prima di rilasciare queste funzionalità di sicurezza dei bambini che sono di fondamentale importanza.

Dopo l’annuncio iniziale, le funzionalità sono state criticate da una vasta gamma di individui e organizzazioni, tra cui ricercatori di sicurezza, l’informatore della privacy Edward Snowden, la Electronic Frontier Foundation (EFF), l’ex capo della sicurezza di Facebook, gruppi politici, ricercatori universitari e persino alcuni dipendenti Apple. L’azienda ha subito cercato di dissipare le incomprensioni e rassicurare gli utenti, ma alla fine sembra che ciò non sia bastato.

La suite di funzioni per la sicurezza dei bambini doveva originariamente debuttare negli Stati Uniti con il lancio di iOS 15, iPadOS 15, watchOS 8 e macOS Monterey. Ora, invece, non è chiaro quando Apple prevede di implementare queste funzionalità, ma crediamo che il debutto sarà solo rimandato di qualche mese.

Apple AirPods in sconto su

News