iOS 15: l’app Salute e la privacy vengono migliorate

Ecco le novità di iOS 15 dedicate a privacy e salute.

Apple, con iOS 15 vuole stravolgere l’approccio alla privacy e all’app Salute.

iOS 15 privacy salute

L’app Salute sfrutterà una nuova metrica chiamata Walking Steadiness, ovvero stabilità della camminata, atta ad offrire agli utenti una valutazione del rischio di caduta prima che si verifichi effettivamente si verifichi l’evento, analizzando velocità e l’uniformità dell’andatura.

iOA 15 avviso caduta

Apple sta inoltre arricchendo l’app con la possibilità di leggere i risultati di laboratorio. Per non farci mancare niente, con iOS 15, l’app Salute mostrerà agli utenti anche le tendenze per i dati sanitari. Funzione simile alle tendenze di attività che conosciamo bene su Apple Watch, ma includeranno ancora più metriche sulla salute.

tendenze salute iOS 15

Gli utenti saranno anche in grado di condividere dati specifici dall’app Salute direttamente con i medici, questa è una vera novità nel panorama smartphone. Ma da Apple potevamo aspettarcelo. In quanto ci ha dimostrato più e più volte di quanto abbia a cuore la salute degli utenti. La condivisione dei dati sarà disponibile anche tra i membri della “famiglia”. Funzione interessantissima, in quanto permetterà di ricevere avvisi e di poter monitorare da remoto la salute dei propri cari.

condivisione dati salute famiglia

Anche la privacy per Apple è importante, quindi tale funzione sarà operativa solo dopo l’autorizzazione da parte degli utenti. Dunque, i membri della famiglia, non avranno accesso diretto ai dati dell’app Salute, prima che ogni singolo utente vada a condividerli.

Durante la WWDC si è toccato un tema molto delicato: la Privacy. A tal proposito Federighi afferma:

“In Apple, crediamo che la privacy sia un diritto umano fondamentale, non pensiamo che si debba scegliere tra ottime funzionalità e privacy. Meritate entrambi.”

Privacy iOS 15

Spesso non prestiamo la giusta attenzione alle cose importanti, come ad esempio la nostra privacy. Ad esempio, tutti i giorni usiamo internet e potremmo essere attaccati e mettere i nostri dati a rischio. Durante l’evento, Katie Skinner, responsabile dell’ingegneria della privacy di Apple, ha iniziato il suo discorso ribadendo come Safari sia leader del settore nella protezione dal tracciamento tra siti. E l’obiettivo di quest’anno sarà renderlo ancora più forte, nascondendo il nostro indirizzo IP ai tracker. Con lo stesso principio, verrà introdotta anche Mail Privacy Protection per iCloud Mail. La nuova funzione nasconde il nostro indirizzo IP ai mittenti in modo da non essere collegato ad altre attività online. Inoltre, impedirà loro di ricevere dati sulla posizione o di vedere esattamente quando si apre l’e-mail.

Anche Siri subirà un importante aggiornamento relativo alla privacy, elaborando l’audio direttamente sul dispositivo, risolvendo così la più grande paura che l’utente ha versione gli assistenti vocali: la paura di essere ascoltati senza autorizzazione. Ma non solo. Questa novità ci darà anche la possibilità di richiamare e sfruttare Siri, offline.

Anche iCloud subirà un aggiornamento sulla privacy quest’anno. Permettendo di aggiungere un contatto di recupero come un familiare o un amico, quindi, se si dimentica una password, si può inviare un codice per aiutarci a tornare nel proprio account. Apple supporta anche gli account legacy in modo da poter richiedere l’accesso ai parenti deceduti per ottenere foto a cui è importante che la famiglia abbia accesso.

privacy report app iOS 15

A chiudere il cerchio, Apple introdurrà anche un report sulla privacy di tutte le App. Un po’ come fa già anche Safari.

Insomma, la nostra salute e la nostra privacy dovrebbero venire al primo posto, e Apple ci aiuta a prenderci più cura di noi. Ma queste sono solo alcune delle novità di iOS 15 appena presentate.

iPhone 13 Pro disponibile su

News