Warren Buffett: “Ho sbagliato a vendere 10 milioni di azioni AAPL”

Vendere milioni di azioni Apple è stato un errore, parola di Warren Buffett.

Warren Buffett si è detto pentito di aver venduto quasi 10 milioni di azioni Apple alla fine del 2020, visto che le prospettive di crescita del titolo AAPL sono molto promettenti anche grazie all’ottimo lavoro di Tim Cook.

Warren Buffett è considerato uno dei più grandi investitori della storia e, con la sua Berkshire Hathaway, detiene un’importante partecipazione nel titolo AAPL. Alla fine del 2020, la sua società ha venduto 9,81 milioni di azioni Apple, ma ora lo stesso Buffett ha riconosciuto l’errore.

Con quell’operazione, la Berkshire Hathaway intascò circa 11 miliardi di dollari ma, a causa dei riacquisti delle azioni da parte della stessa Apple che di fatto hanno ridotto il numero totale di azioni in circolazione, la proprietà di Berkshire è aumentata al 5,4% nonostante la vendita.

Buffett ha ribadito di essere ancora ottimista su Apple:

Il marchio e il prodotto, un incredibile prodotto. È un enorme, enorme affare per le persone. Voglio dire, il ruolo che gioca nelle loro vite è enorme. Io uso l’iPhone solo come telefono, ma probabilmente sono l’unico ragazzo nel paese a fare solo questo. Apple realizza prodotti che la gente ama assolutamente. E c’è una base enorme di utenti in tutto il mondo con tassi di soddisfazione del 99%.

Vendere 9,81 milioni di azioni AAPL è stato probabilmente un errore. Charlie Munger (vicepresidente di Berkshire, ndr) mi disse di non farlo e che Apple rimaneva un affare straordinario. Tim Cook non poteva e non può fare quello che Steve Jobs faceva in termini di creatività, ma Steve Jobs non ha fatto quello che Tim Cook ha fatto sotto molti altri aspetti.

Warren Buffet ha anche definito Tim Cook un manager fantastico per Apple, “uno dei migliori manager al mondo“.

iPhone 12 Viola in sconto su

News