Da oggi Immuni è attiva in tutta Italia

Immuni può essere utilizzata da oggi in tutta Italia, come anticipato alcuni giorni da dal governo.

Dopo la fase sperimentale avviata in quattro regioni, da oggi l’app Immuni per il tracciamento dei contatti COVID-19 è disponibile in tutta Italia. Intanto, in Liguria sono stati segnalati i primi tre casi tramite app.

Il servizio era attivo a dall’8 giugno in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia per una prima fase di test, ma il governo italiano aveva già informato che dal giorno 15 l’app sarebbe stata attivata in tutto il Paese. Questo significa che, da oggi, Immuni sarà collegata per tutti al Sistema sanitario nazionale per segnalare i contatti avvenuti con i pazienti positivi.

Al momento, l’app è stata scaricata da quasi 3 milioni di utenti, ancora pochi rispetto a quelli che servirebbero per rendere molto più utile il servizio. Intanto, grazie a Immuni sono stati registrati i primi tre casi positivi in Liguria: l’Asl 3 di Genova ha appurato l’effettiva positività e ha fornito il codice che i pazienti hanno deciso poi di condividere su Immuni, ovviamente in modo del tutto anonimo e sicuro. In questo modo, tutte le persone che sono entrate in contatto con quei tre positivi sono state informate tramite notifica e relativa raccomandazioni su cosa fare (contattare il proprio medico di fiducia e mettersi in autoisolamento in attesa di ulteriori indicazioni).

LEGGI ANCHE: Immuni, tuto quello che c’è da sapere

Ricordiamo che l’obiettivo dell’app è quello di aiutare a contenere i contagi di COVID-19 in Italia, grazie alle cosiddette notifiche di esposizione. In modo sicuro e nel rispetto della privacy, l’app monitora le persone con cui entriamo in contatto e ci informa nel caso una di queste risulti positiva a COVID-19.

Immuni è disponibile gratuitamente su App Store

News