Apple e altre società tecnologiche contro la raccolta di dati incontrollata

Apple insieme ad altre aziende tecnologiche sta chiedendo al Congresso degli USA di bloccare la raccolta di dati da browser senza garanzia.

Una coalizione di aziende tecnologiche, incluso un gruppo che rappresenta Apple, sta chiedendo al Congresso di proteggere la cronologia dei browser degli utenti dalla raccolta di dati senza alcuna garanzia.

raccolta dati

A maggio, un emendamento al Freedom Reauthorization Act degli Stati Uniti richiedeva al Dipartimento di Giustizia che prima di ottenere i dati delle cronologie di navigazione e di ricerca di un utente fosse necessario avere un mandato, ma tale emendamento non è passato al Senato degli Stati Uniti per un voto. Ora, mentre la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti considera l’atto, le società tecnologiche chiedono di aggiungere questa protezione al disegno di legge.

Venerdì scorso, Mozilla, Reddit e Twitter hanno scritto una lettera ai leader della Camera esortandoli a vietare esplicitamente la raccolta senza garanzia di dati di ricerca e navigazione in Internet. Oltre alle entità sopra citate, anche il gruppo di difesa Reform Government Surveillance, che rappresenta le principali aziende tecnologiche come Apple, Google, Microsoft e Facebook, ha firmato la lettera.

Inoltre, un gruppo di oltre 50 organizzazioni per le libertà civili ha anche firmato una lettera, dello scorso 18 maggio, inviata ai leader della Camera per adottare delle protezioni contro questa raccolta dati senza garanzia.

Il Freedom Reauthorization Act degli Stati Uniti vorrebbe autorizzare nuovamente le principali leggi di sorveglianza negli Stati Uniti, tra cui alcune risalenti al Patriot Act del 2001.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Curiosità