Apple controllerà tutte le licenze di gioco rilasciate in Cina

Apple ha deciso che tutti i giochi a pagamento con acquisti in-app presenti nell'App Store cinese dovranno fornire un codice di licenza.

Gli sviluppatori sono preoccupati per l’improvvisa decisione di Apple di iniziare a controllare le licenze di gioco rilasciate dal governo cinese per i titoli con acquisti in-app poiché il nuovo requisito potrebbe portare alla cancellazione di molti giochi presenti nell’App Store.

Apple ha informato gli sviluppatori che dovranno fornire i numeri di licenza per i giochi presenti nell’App Store entro il 30 giugno se desiderano continuare ad essere disponibili per l’acquisto nella Cina continentale. I numeri devono essere forniti solo dagli sviluppatori che offrono giochi a pagamento nell’App Store o quelli con acquisti in-app. Le app che ottengono entrate dalla pubblicità in-app sono attualmente esenti dalla restrizione.

Le licenze sono rilasciate dal governo cinese e consentono ad un gioco di essere giocato e di ottenere delle entrate da esso. Per ottenere la licenza, le aziende devono sottoporsi a un processo di approvazione, nonché firmare il copyright del gioco tramite un ente cinese. Il processo è abbastanza costoso per le società non cinesi e fino ad ora Apple aveva consentito agli sviluppatori con sede al di fuori della Cina di offrire i loro prodotti nell’App Store senza la necessità di questa licenza. Ora, però, Apple ha deciso che tutti dovranno rispettare tale regolamento vigente in Cina, aggiungendo un ulteriore onere per gli sviluppatori stranieri.

Rich Bishop, CEO di AppInChina, suggerisce che molte aziende potrebbero vedere le loro entrate diminuire improvvisamente alla fine di giugno, dato che la maggior parte dei giochi attualmente presenti sullo store sono senza licenza.

La Cina è una delle principali fonti di entrate per l’App Store di Apple, ma i giochi nel negozio non sono stati immuni all’intervento attuato dal governo cinese. Per un periodo tra marzo e dicembre 2018, le autorità cinesi hanno smesso di approvare le licenze di gioco, ritardando il lancio di giochi come Fortnite, Call of Duty Mobile e PUBG.

Il risultato di tutto ciò sarà che probabilmente i principali franchise di giochi sopravviveranno senza particolari problemi, mentre ad essere colpiti duramente saranno gli sviluppatori indipendenti, che potrebbero anche decidere di non rilasciare più i propri titoli nell’App Store cinese.

Apple AirPods in sconto su

News