Apple Pay sempre più nel mirino dell’antitrust europeo

Il commissario europeo responsabile della concorrenza Margrethe Vestager ha confermato che l'Unione Europea ha avviato un'indagine contro Apple Pay.

Margrethe Vestager, commissario europeo responsabile della concorrenza, ha confermato che il suo dipartimento ha ricevuto “molte preoccupazioni” per Apple Pay e i suoi potenziali problemi anticoncorrenziali.

La Vestager ha osservato che “le persone percepiscono che diventa sempre più difficile competere nel mercato dei pagamenti mobile“.

Questi commenti arrivano dopo che la Commissione europea ha inviato un questionario a varie aziende per capire se Apple stesse davvero limitando le opzioni di pagamento online. Il questionario è stato inviato per la prima volta alle aziende nel mese di agosto, con la Commissione europea che detto di disporre di “… informazioni che Apple potrebbe avere limitato i pagamenti online per l’acquisto di beni e servizi effettuati tramite app o siti Web commerciali“. Pertanto, lo scopo del questionario era scoprire se le società avevano un “obbligo contrattuale” per accettare solo un “determinato metodo di pagamento” e se tali contratti avevano “condizioni per l’integrazione di Apple Pay“.

Inoltre, la Commissione sta anche indagando su come Apple Pay viene gestito da iOS. Sotto la lente d’ingrandimento c’è ad esempio la notifica “Imposta ora” che invita periodicamente gli utenti iOS ad attivare Apple Pay dalle impostazioni.

News