Recensione Apple Watch Serie 5: 3 motivi per (NON?) comprarlo!

Il nuovo Apple Watch Serie 5 recupera tantissimo dal modello dello scorso anno ed introduce tre principali novità che faranno piacere un po' a tutti i clienti.

Apple ha lanciato quest’anno il nuovo Apple Watch Serie 5 con tre principali novità: un nuovo schermo, una bussola integrata e un nuovo processore. Scopriamo insieme cosa è cambiato nell’Apple Watch di quest’anno all’interno della nostra recensione completa.

Tre novità

Apple Watch Serie 5 porta in dote tre principali novità, di cui due tecniche e una cosmetica. La prima, nonché la più importante, novità di quest’anno riguarda l’introduzione, attesissima, dello schermo Retina Always-on: con questa novità lo schermo dell’Apple Watch – identico per il resto a quello del modello di quarta generazione – resterà sempre acceso, anche durante la fase di “riposo”. L’implementazione dell’Always-on prevede che ora tutte le watchfaces (quadranti) vengano offerte in due versioni differenti, una colorata e una scura.

La prima verrà mostrata quando l’Apple Watch sarà effettivamente in utilizzo, mentre la seconda si sostituirà al classico schermo nero e permetterà comunque di guardare l’ora anche quando non possiamo eseguire la solita azione con il polso per attivare lo schermo del dispositivo. Questa tecnologia si estende anche agli allenamenti, situazione in cui i tempi del vostro workout verranno comunque aggiornati in tempo reale sullo schermo, seppur perdendo la visualizzazione dei secondi; leggermente più deludente è invece la gestione delle notifiche che non verranno mostrate (ne segnalate) dall’Always-on display, dato che per visualizzarle sarà comunque necessario “svegliare” lo schermo.

La seconda novità di Apple Watch Serie 5 è l’introduzione di un magnetometro all’interno della scocca del dispositivo. Il che, in altre parole, vuol dire che sul nuovo orologio arriva una vera e propria bussola che vi consentirà di tracciare il nord con semplicità e direttamente dal polso. Il vantaggio può anche essere quello di aprire l’app Mappe al volo sul Watch e muoversi con più precisione nella direzione di un determinato punto di interesse. L’utilizzo di questa funzionalità è inevitabilmente legato, però, all’attività fisica, soprattutto durante gli sport estremi o durante le escursioni. Dai nostri test la bussola si è comportata benissimo e non abbiamo mai notato interferenze tali da spingerci alla ricalibrazione della stessa.

La terza novità tecnica di Apple Watch Serie 5 riguarda l’hardware: anche quest’anno Apple ha aggiornato il chip presente all’interno del suo smartwatch – adesso troviamo il processore S5 – che non porta upgrade significativi nel nell’utilizzo quotidiano. Probabilmente la nuova architettura garantirà, in ogni caso, delle prestazioni nel lungo periodo più appaganti, nonché un aggiornamento software in più rispetto al serie 4. Le prestazioni del nuovo Apple Watch sono quindi in linea con quelle del serie 4 e sono senza dubbio le migliori in ambito smartwatch attualmente; il dispositivo si dimostra infatti fluido in ogni circostanza e risponde perfettamente a tutte le nostre richieste. Totalmente assenti crash e impuntamenti del sistema e delle applicazioni, come da tradizione Apple.

Autonomia…

Il peso dell’Always-on, sulla carta, non si sarebbe dovuto far sentire, ma dai nostri test iniziali abbiamo notato una durata di batteria non totalmente appagante. In realtà l’autonomia ci ha deluso solo su alcuni dispositivi, mentre altri presenti in redazione hanno confermato le autonomie generali del modello di quarta generazione. Generalmente non avrete comunque problemi a completare una giornata di utilizzo, anche con un allenamento monitorato tramite il Watch, ma in alcune situazioni la batteria ci è andata leggermente più stretta rispetto al Serie 4 (con cui non era un problema completare anche 1.50/2 giornate di utilizzo). Con Apple Watch Serie 5 starete generalmente su una giornata di utilizzo, una e mezzo al massimo. Questo almeno con watchOS 6; mentre con il nuovo aggiornamento (attualmente in beta) la situazione sembra leggermente migliorare. Continueremo a monitorare il tutto per voi. Nel caso in cui vogliate comunque avvicinarvi alle autonomie di Apple Watch Serie 5 potrete provare a disattivare l’Always-on display dalle Impostazioni.

C’è anche il Serie 3

Apple Watch Serie 5 è chiaramente il miglior Apple Watch che possiate acquistare quest’anno. Il design ripreso dal Serie 4 è ancora attualissimo e con l’aggiunta dei modelli in ceramica e in titanio c’è comunque più scelta rispetto al passato, anche per i più esigenti. I nuovi cinturini sono assolutamente fantastici, soprattutto lo sport loop bicolore, ma nonostante questo Apple Watch Serie 5 non è la vostra unica opzione quest’anno: se siete nuovi al mondo Watch e volete semplicemente provare lo smartwatch Apple, allora vi consigliamo di dare un’occhiata al meno moderno ma pur sempre valido Apple Watch Serie 3, adesso scontato a 239€ (38mm) e a 269€ (42mm). Ci perdete chiaramente l’Always-on, la bussola, uno schermo più grande (e bello) con quadranti esclusivi, ma per il resto l’esperienza di utilizzo non sarà poi così diversa, dato che anche sul Serie 3 avrete comunque watchOS 6 con tutte le ultime funzioni già viste sul Serie 5. In definitiva, a questo prezzo, il modello di due anni fa può essere ancora un’ottima scelta anche nel 2019.

Concludendo

Apple Watch Serie 5 non è sicuramente un prodotto che vi farà accantonare il vostro Serie 4, ma potrebbe incuriosire anche gli utenti che hanno un Apple Watch recente con le sue tre nuove caratteristiche. Non ci sentiamo, in ogni caso, di suggerire l’upgrade a chi sia in possesso di un Serie 4, ma per tutti gli altri potrebbe essere un acquisto interessante. Le nostre perplessità sulla batteria vanno via via riducendosi, ma è comunque un qualcosa da tenere ancora sotto controllo per qualche giorno. L’always-on è un’aggiunta in ogni caso interessante e dovuta, così come la bussola che per gli sportivi può davvero rappresentare un upgrade sostanziale.

Per questo modello si parte da 459€ per il modello con cassa da 40mm e da 489€ per il modello da 44mm. Le versioni in acciaio partono invece da 759€, mentre i modelli della rinnovata serie Edition partono dagli 850€ della versione in titanio per arrivare ai 1409€ della versione in ceramica. Un range di prezzi e in generale di selezione che vi consentirà di scegliere e personalizzare il vostro Apple Watch Serie 5 con un numero di opzioni ancora più elevato rispetto al passato.

Recensioni