3D Touch addio: i nuovi iPhone con supporto Haptic Touch

11 Settembre 2019 di Francesco Siciliani (@FrSiciliani)

Nei nuovi iPhone scompare il 3D Touch in favore della presenza ormai consolidata di Haptic Touch, la nuova evoluzione del sistema dedicato a scorciatoie e quick actions.

Addio 3D Touch, ci eri piaciuto molto per generazioni. Ora ti sostituisce il nuovo e collaudato Haptic Touch. È questa la scelta di Apple che, durante l’evento di presentazione di iPhone 11 e iPhone 11 Pro, ha messo in evidenza solo ed esclusivamente Haptic Touch, dichiarando – di fatto – finita l’era del tanto apprezzato 3D Touch.

Questo nuovo Haptic Touch ha fatto il suo debutto l’anno scorso su iPhone XR e ora entra a far parte dell’intera lineup di iPhone. Questo sistema esegue, più o meno, le stesse operazioni del 3D Touch sebbene non supporti la forza esercitata dal dito ma solo la sua pressione prolungata.

Piuttosto che avere un “pop” che reagisce alla forte pressione del dito sul display, troviamo qui una funzionalità simile che si attiva quando il dito resta a lungo premuto, un po’ come accade su iPad. La differenza con i modelli senza feedback aptico? Il feedback fornito da Haptic Touch è piuttosto soddisfacente sotto le dita perchè appunto il device simula un impulso e non resta impassibile.

Apple, nelle specifiche dei nuovi iPhone 11 ha infatti deciso di specificare la presenza di questo sistema con la dicitura “tocco con feedback aptico”, scegliendo di eliminare ogni tipo di riferimento al 3D Touch, decretandone così la fine inesorabile.

Ci mancherà, tuttavia, la differenza di pressione in base alla forza esercitata e quindi le opzioni di “peek” e “pop” alle quali ci eravamo abituati a partire da iPhone 6s e che avevamo apprezzato a lungo su iPhone 7, iPhone 8, iPhone X, ecc. Resterà da capire cosa farà Apple in futuro su Apple Watch in termini di Force Touch, confermato per questa nuova Series 5 su tutte le versioni.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.