Apple fornirà iPhone “pre-jailbroken” ai ricercatori e lancerà il programma macOS bug bounty

Apple dovrebbe fornire ai ricercatori sulla sicurezza dei modelli di iPhone pre-jailbroken che consentiranno loro di trovare più facilmente i punti deboli di iOS. Forbes riferisce che Apple farà questo annuncio alla conferenza sulla sicurezza Black Hat alla fine di questa settimana.

iPhone pre-jailbroken

Secondo il report, gli iPhone verranno dati ai ricercatori sulla sicurezza che partecipano al programma “bug bounty” su invito di Apple. Attraverso questo programma, i ricercatori vengono premiati per i bug che scovano su iOS. Apple ha promesso per la prima volta la disponibilità di tali iPhone nel 2016.

Questi iPhone, però, non saranno sbloccati tanto quanto i dispositivi utilizzati dagli gli sviluppatori interni di Apple e dal suo team di sicurezza. Ad esempio, i ricercatori della sicurezza che utilizzeranno questi dispositivi non saranno in grado di decodificare il firmware dell’iPhone.

Inoltre, il report afferma che Apple lancerà un programma simile anche per Mac, in modo da premiare anche i ricercatori sulla sicurezza che scovano vulnerabilità in macOS, che finora non ricevevano alcun compenso.

Probabilmente scopriremo di più su questo nuovo programma per dispositivi pre-jailbroken di Apple e sulla ricompensa riguardante i bug scovati su macOS alla conferenza Black Hat che si terrà questa settimana.

News