TrenDevice apre al crowdfunding: obiettivo la quotazione in Borsa

ARTICOLO SPONSORIZZATO – Fino al 16 agosto sarà possibile diventare soci dell’e-commerce di ricondizionati made in Italy, che fa registrare tassi di crescita a 2 cifre. Tra i benefici per gli investitori, oltre ai diritti patrimoniali, detrazione fiscale del 30% e spedizione gratis per 3 anni. Quote a partire da 250€.


TrenDevice è una PMI innovativa, tra le prime a credere nell’economia circolare di prodotti hi-tech, come smartphone e tablet. L’e-commerce, partito dal cuore dell’Irpinia, oggi ha sede anche a Milano. Dal 2013 sono stati oltre 50.000 i prodotti usati acquistati e rimessi sul mercato, dopo un processo di ricondizionamento. Nel 2018 l’azienda ha registrato vendite per 5 Milioni di euro e nei primi mesi del 2019 ha già messo a segno un +50% sul fatturato. 

Per accelerare la crescita, in un mercato che si sta espandendo a ritmi serrati, TrenDevice ha deciso di varare un aumento di capitale in crowdfunding con quote da 250 €. L’operazione, unica nel settore “circular economy” in Italia, ha catturato l’attenzione dei principali media italiani, che hanno dedicato articoli e servizi televisivi all’azienda.

“Con i proventi della raccolta puntiamo a tre obiettivi: consolidare la leadership di settore del brand sul mercato italiano dei ricondizionati, sviluppare ulteriormente la piattaforma di recommerce proprietaria e avviare un processo di internazionalizzazione” – commenta Alessandro Palmisano, co- founder e managing director di TrenDevice – “Il nostro obiettivo” – prosegue Palmisano – “è quadruplicare il volume d’affari nell’arco di pochi anni e quotarci sull’AIM in modo da valorizzare l’investimento dei soci che crederanno nel nostro progetto, partecipando all’aumento di capitale in crowdfunding”. 

Quello di TrenDevice è un business virtuoso che permette al consumatore di risparmiare su smartphone, tablet e affini, e all’ambiente di beneficiare di minori emissioni di CO2. E che fa registrare numeri da capogiro. Un rapporto Deloitte afferma che il mercato dei ricondizionati valeva 17 miliardi nel 2018 e secondo un’analisi IDB raggiungerà quota 52,7 miliardi di dollari entro il 2022. 

TrenDevice non è solo un’azienda di e-commerce: è anche un instant buyer di prodotti hi-tech usati che si rivolge sia a privati che ad aziende. Il prodotto finito è un dispositivo perfettamente funzionante, garantito 1 anno. 

TrenDevice è un brand di Panta Rei S.r.l., web company attiva dal 2003 con il marchio BuyDifferent. I fondatori: Antonio Capaldo, 42 anni, esperto di commercio internazionale e retail, nel ruolo di amministratore delegato; Alessandro Palmisano, 34 anni, nel digital sin dalla fine degli anni ’90, managing director. 

Il management è arricchito da investitori e board member di primario standing, che hanno creduto nel progetto. Massimiliano Masi, 47 anni, socio finanziario: già CFO di Edison, attualmente in Boston Consulting Group, nel corso della sua carriera ha gestito aziende con miliardi di euro di capitale investito e migliaia di persone. 

Per accompagnare TrenDevice dalla fase di scale-up i fondatori hanno puntato su Epifanio D’Angelo, nominato membro indipendente nel Consiglio di Amministrazione: D’Angelo, 47 anni, vanta una lunga esperienza nella consulenza finanziaria. Ha lavorato con clienti internazionali del settore energetico (Engie, EDF) e del settore del lusso (Cartier, LVMH, Kering). È stato amministratore indipendente in società quotate, nonché sindaco delle controllate italiane di primari gruppi internazionali. 

Maggiori dettagli su come diventare soci di TrenDevice a questo link.

News