Dipendenti Snapchat hanno avuto accesso a dati privati degli utenti

24 Maggio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Alcuni dipendenti di Snap hanno abusato dei tool di gestione dati utilizzati dall’azienda allo scopo di curiosare tra le informazioni sensibili degli utenti Snapchat, riuscendo ad ottenere accesso anche alle foto private salvate sul social network.

 

Motherboard riporta che sia ex dipendenti che dipendenti attuali hanno abusato di questi tool interni per spiare gli utenti.

Come fanno anche altre aziende tech, Snap utilizza una serie di strumenti per soddisfare le richieste legittime di dati da parte degli utenti o di terzi in caso di problemi, ma anche per applicare le policy interne e per rispettare altri standard del settore. Ad esempio, il tool “SnapLion” viene utilizzato legittimamente per concedere accesso alle informazioni degli utenti nel caso venga inoltrata una citazione da parte delle forze dell’ordine.

Malgrado sia vietato accedere a questi dati senza autorizzazione, diversi dipendenti di Snap avrebbero sfruttato questi tool per accedere ai dati privati degli utenti e spiarli. Stando al report odierno, queste attività illecite risalirebbero a diversi anni fa e gli abusi si sarebbero verificati solo poche volte.

Un ex dipendente punta il dito proprio su SnapLion, affermando che il tool non disponeva di un sistema adeguato per la registrazione o il monitoraggio degli utenti, almeno in una fase iniziale. Successivamente, Snap ha migliorato la sicurezza dei suoi tool ed ora è molto più complesso accedervi senza autorizzazione. Tra l’altro, SnapLion ora serve anche per reimpostare le password degli account compromessi e per completare altre attività di amministrazione degli utenti.

Un portavoce di Snap ha dichiarato quanto segue:

Proteggere la privacy è fondamentale in Snap. Conserviamo pochissimi dati utente e disponiamo di solide politiche di controllo per limitare l’accesso interno a queste informazioni. L’accesso non autorizzato costituisce una chiara violazione degli standard aziendali di condotta e, se rilevati, comportano il licenziamento immediato.

Al momento non sappiamo se queste attività illecite da parte di alcuni dipendenti continuino, ma la fonte conferma che Snap ha lavorato duramente per migliorare la protezione dei dati dei suoi utenti.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.