Effetto iPhone: calano anche i profitti di Foxconn

14 maggio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Foxconn ha pubblicato i dati dell’ultimo trimestre fiscale: aumentano le vendite anno su anno, ma i profitti secondo del 17,7%.

Foxconn, il più grande partner Apple per la produzione di iPhone, iPad e Mac, ha registrato un aumento del 2.5% per quanto riguarda le vendite nei primi tre mesi del 2019. I profitti, invece, calano del 17,7% soprattutto a causa dei minori ordinativi da parte di vari clienti, Apple in primis.

L’utile netto del’azienda è stato di 637,26 milioni di dollari, ben al di sotto delle previsioni degli analisti che parlavano di 797,4 milioni di dollari. I ricavi ammontano a circa 33,7 miliardi di dollari.

Foxconn non ha spiegato i motivi di questo calo dei profitti, ma le deboli vendite degli iPhone hanno sicuramente contribuito al raggiungimento di questo dato. Apple è infatti il cliente più importante di Foxconn, per questo i ricavi delle due aziende sono strettamente collegati. Altri importanti clienti di Foxconn includono Dell e Sony, l’ultimo dei quali si affida a Foxconn per assemblare la PlayStation 4 che ormai è arrivata alla fine del suo ciclo di vita.

Sia Apple che Foxconn dovrebbero comunque registrare un aumento dei ricavi negli ultimi medi dell’anno, quando saranno lanciati i nuovi iPhone e aumenterà quindi la produzione.

Foxconn sta nel frattempo ristrutturando il suo consiglio di amministrazione per includere quattro nuove persone, e sta investendo all’estero per aprire nuovi stabilimenti ed evitare una possibile fuga dalla Cina da parte di Apple e di altre aziende USA.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.