Samsung Watch e Samsung Buds su iPhone? Si può fare!

Possono le ultime proposte di Samsung essere utilizzate quotidianamente anche su iPhone? Con qualche limitazione, ma sì.

samsung iPhone e buds e watch

La saturazione del mercato smartphone ha costretto i produttori a cercare nuovi segmenti da aggredire, sopratutto nel campo dei wearables. Apple copre in modo eccellente queste nicchie, con AirPods e Apple Watch, dispositivi davvero straordinari sopratutto se sfruttati nell’ambito dell’ecosistema Apple. Per i motivi più disparati però un utente iPhone potrebbe volersi guardare attorno in cerca di alternative.

Samsung ha di recente proposto due prodotti piuttosto interessanti, cercando di proporle anche all’utenza Apple nonostante il giusto protezionismo (leggasi “limitazioni”) della casa di Cupertino: gli auricolari true wireless Gear Buds e lo smartwatch Galaxy Watch.

Buds

samsung galaxy buds

Questi auricolari true wireless proposti da Samsung sono dotate di diverse caratteristiche interessanti. Innanzitutto suonano piuttosto bene, grazia al contributo di AKG, storico marchio nel settore audio acquisito nel 2017 dall’azienda coreana.

Sono dotate di una buona ergonomia d’utilizzo, sia per quanto riguarda il trasporto (la custodia è di dimensioni contenute) che in relazione all’indossabilità.

Per quanto riguarda l’abbinamento, se sotto Android questo avviene attraverso un’app dedicata, che ne gestisce anche gli aggiornamenti firmware e la configurazione, sotto iOS ci si deve limitare al pannello bluetooth delle impostazioni di sistema.

Le gesture disponibili tramite i controlli touch sono quindi fissi, ovvero:

  • tap singolo: play/pausa
  • tap prolungato: attivazione di Siri
  • doppio tap: risposta alla chiamata/traccia successiva

Molto comodo il fatto che il brano in riproduzione venga messo automaticamente in pausa nel momento in cui entrambi gli auricolari vengono rimossi dalle orecchie.

Le Galaxy Buds sono disponibili al prezzo di 149€.

In conclusione

Pro

  • qualità audio
  • affidabilità gestures
  • isolamento ambientale
  • ergonomia complessiva, case di ricarica compreso

Contro

  • totale assenza di una companion app per settaggi e aggiornamenti firmware
  • mancanza di diverse funzioni disponibili su Android, come l’aumento del volume tramite tap oppure l’abilitazione del suono ambientale

In complesso l’esperienza utente con questi auricolari è comunque molto buona, anche se ben lontana da quanto offerto dagli AirPods. Di contro le Buds, essendo di tipo in-ear, godono di un un isolamento acustico decisamente migliore e per questo potrebbero essere preferite alla controparte di Apple.

Galaxy Watch

samsung galaxy watch

Più articolato l’argomento smartwatch. Questi dispositivi infatti necessitano di un’integrazione piuttosto approfondita con il sistema operativo. Apple riserva al proprio Apple Watch l’accesso a diverse funzioni cuore di iOS e del suo ecosistema.

Ciononostante, nel corso degli anni ha permesso ai produttori di accessori un’integrazione via via sempre più profonda, che si è trasformata in un’esperienza piuttosto soddisfacente per l’utente finale. L’apertura di Apple ha consentito anche la nascita di app rilasciate dagli stessi produttori che in alcuni casi sono davvero ben fatte e potrebbero non far rimpiangere la controparte Apple.

E’ il caso della companion app che Samsung ha pubblicato per iPhone, da utilizzare per la gestione del Galaxy Watch e degli altri dispositivi dotati del sistema operativo Tizen della casa coreana.

 

gear app ios

Già dalla schermata principale si possono identificare tutte le funzioni gestibili dall’iPhone: notifiche, applicazioni, feedback visivi nonché tattili dell’orologio ed infine caricare contenuti dallo smartphone al dispositivo. Qualora si vogliano aggiungere ulteriori app al Watch è possibile navigare nello store dedicato “Galaxy Store”.

gear watch ios

L’app permette anche di gestire gli aggiornamenti software dell’orologio (cosa purtroppo non possibile con gli auricolari Buds) e quali fra le notifiche di iOS debbano essere replicate sul quadrante.

Purtroppo l’interazione con queste è davvero limitata, potendo solo cancellare o bloccare la specifica notifica.

Qualora invece sia il Watch a dover inviare proprie segnalazioni di sistema allo smarthpone, iOS presenterà così la relativa notifica:gear watch ios

Per quanto riguarda infine il tracciamento delle funzioni corporee, Samsung ha rilasciato anche su iOS la propria app dedicata alla salute, denominata Samsung Health.

health watch ios

Pur essendo piuttosto completa e stabile, questa app consente solo di leggere i dati da Apple Salute ma non di scrivere nel framework di sistema quelli raccolti tramite il Watch. Purtroppo quindi i due ecosistemi sono, ad oggi, solo parzialmente in collaborazione fra di loro.

In conclusione

Pro

  • Companion app ben fatta e completa
  • Samsung Health
  • Stabilità della connessione

Contro

  • Non sempre la prima connessione avviene in modo automatico
  • Samsung Health non può scrivere su Apple Salute
  • Le notifiche sul quadrante hanno solo due opzioni, cancella o blocca

Il Galaxy Watch garantisce un’esperienza utente davvero di buon livello. Pur non riuscendo a rivaleggiare con Apple Watch per quanto riguarda l’integrazione con iOS, la proposta di Samsung rappresenta un valido dispositivo nella vita digitale anche per l’utente iPhone ed è indicato a tutti coloro che, per lavoro o per passione, cambiano spesso sistema operativo mobile.

Guide