Il prossimo HomePod potrebbe permettere di personalizzare l’esperienza audio

16 aprile 2019 di Giuseppe La Terza

Un futuro sistema audio HomePod potrebbe tenere conto della posizione dell’utente più vicino durante la riproduzione audio, creare esperienze stereo separate per persone diverse in luoghi diversi, regolare automaticamente l’audio e persino disattivare l’audio se l’ascoltatore esce dalla stanza.

HomePod

HomePod è già un sofisticato altoparlante intelligente, che sfrutta il processore Apple A8 per eseguire una notevole quantità di elaborazione audio e creare un’esperienza di ascolto ottimale per un determinato ambiente. L’altoparlante è in grado di adattarsi al meglio all’architettura e all’arredo di una stanza, riempiendo l’area con un suono uniforme.

Apple, però, ritiene che l’esperienza di ascolto potrebbe essere ulteriormente migliorata se i dispositivi fossero in grado di determinare la posizione degli ascoltatori. Conoscere la posizione, o le posizioni se si tratta di più ascoltatori, apre la possibilità di creare un suono ancora migliore per ogni individuo.

Un brevetto concesso dall’U.S. Patent and Trademark Office ad Apple martedì per un “Multi-listener stereo image array” definisce un sistema HomePod in cui più persone possono sperimentare un effetto audio stereo, indipendentemente da dove sono seduti.

Le attuali impostazioni stereo consistono in due altoparlanti che forniscono i canali sinistro e destro, ma al di fuori della posizione ottimale equidistante tra i due altoparlanti, gli utenti in genere sentiranno un altoparlante più forte dell’altro.

HomePod

La soluzione di Apple suggerisce l’uso di una matrice di altoparlanti costituita da un insieme di driver configurati per generare collettivamente un modello di segnale audio separato per ciascun ascoltatore, modellato per ciascun individuo in base alla sua posizione e trasmesso specificamente a quell’utente ma non ad altri.

La trasmissione audio altamente direzionale limita chi può sentire un’uscita specifica, quindi solo chi ha intenzione di ascoltare quell’audio lo farà, con due set per i canali sinistro e destro che forniscono un’esperienza stereo completa. Altri ascoltatori non sarebbero in grado di ascoltare l’audio destinato a un altro utente, ma dovrebbero invece ricevere le proprie trasmissioni.

In un secondo brevetto chiamato “Sistema e metodo per il controllo dinamico della riproduzione audio basato sulla posizione di un ascoltatore“, Apple prevede un sistema in cui un sistema audio multicanale è in grado di determinare dove si trova l’utente e di regolare il suo audio in modo da fornire un’esperienza ottimale.

Sempre basandosi sull’idea di una posizione perfetta tra gli altoparlanti per l’ascolto, Apple suggerisce che il punto di perfetta riproduzione può essere regolato cambiando il volume degli altoparlanti e di altri elementi, per compensare i cambiamenti di posizione da parte dell’utente.

Usando un dispositivo di imaging come una fotocamera, il sistema determina la posizione dell’utente rispetto al sistema audio e regola automaticamente una varietà di parametri audio. Questi parametri possono essere continuamente aggiornati mentre l’utente si muove, dando sempre un audio ottimale.

HomePod

Il sistema può anche essere impostato per eseguire azioni specifiche relative alla riproduzione se l’utente si trova in luoghi specifici rispetto al dispositivo. Ad esempio, se l’utente si sposta fuori dal raggio di azione per il corretto funzionamento del sistema, o se non è completamente visibile, la riproduzione potrebbe essere interrotta o arrestata completamente.

Potrebbe anche essere possibile per un sistema abbassare il volume se l’utente si avvicina agli altoparlanti, per proteggere l’udito dell’utente. La capacità di determinare la posizione e l’angolo della testa dell’utente potrebbe anche essere utilizzata per mettere a punto ulteriormente l’audio, come rendere un canale più forte dell’altro se l’orecchio di un utente è parzialmente oscurato.

Vi ricordiamo che Apple archivia numerosi brevetti su base settimanale, per cui non sono garanzia che in futuro Apple utilizzerà questi brevetti in un futuro prodotto destinato alla vendita sul mercato.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.