Apple investirà oltre 500 milioni di dollari per il lancio di Apple Arcade

14 aprile 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple Arcade, il servizio in abbonamento dedicato ai giochi esclusivi per iOS, non é un semplice passatempo per l’azienda, anzi. Stando alle ultime notizie, sembra che Apple voglia investire un bel po’ di denaro per offrire un servizio di alto livello.

Secondo quanto riportato in queste ore, Apple avrebbe previsto un investimento di oltre 500 milioni di dollari per il lancio di Apple Arcade. Questa cifra è stata prevista per il lancio dei primi 100 giochi esclusivi che faranno parte della piattaforma, il cui debutto è atteso in autunno ad un prezzo non ancora noto.

I 500 milioni di dollari servono ad Apple anche per aiutare gli sviluppatori a completare i loro giochi e renderli titoli di alto profilo, diversi dai tanti disponibili normalmente su App Store.

Apple offre infatti agli editori ulteriori incentivi se accettano l’obbligo di esclusività, visto che per i primi mesi i giochi potranno essere scaricati solo su Apple Arcade e non su altre piattaforme. Dopo alcuni mesi, i giochi potranno essere pubblicati su PC e console (Xbox, PlayStation, Nintendo Switch), ma mai su Android o su altre piattaforme di abbonamento dedicate al gaming.

Questa strategia non sarà però limitata solo al lancio, visto che in fase di presentazione Apple ha più volte ribadito che uno dei punti centrali di Apple Arcade è proprio quello dell’esclusività dei giochi.

Tra i primi editori della piattaforma ci saranno sicuramente nomi come Cartoon Network, Disney, Sega e Konami.

Con Apple Arcade, Apple vuole cavalcare l’onda del gaming mobile, che sempre maggior successo sta riscuotendo negli ultimi anni. Su App Store, però, proliferano soprattutto titoli free to play che prevedono acquisti in-app. Tutti i giochi su Apple Arcade, invece, saranno completi e non saranno previsti contenuti aggiuntivi.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.