Qualcomm richiede 31 milioni di dollari di danni ad Apple (e il testimone ritorna)

09 marzo 2019 di Giuseppe La Terza

Questa settimana Apple e Qualcomm sono tornati in tribunale a San Diego, e ora il chipmaker ha chiesto ad Apple di pagare 31 milioni di dollari di danni per una presunta violazione di tre brevetti.

Qualcomm

Ieri, sembrava certo che Apple avesse perso il suo testimone per eccellenza in questa causa, ovvero l’ex ingegnere Arjuno Siva, che doveva testimoniare giovedì, ma non è mai salito a bordo del volo per San Diego. In una rapida svolta degli eventi, però, sembra che Siva alla fine testimonierà la prossima settimana.

Per la presunta violazione di tre brevetti, Qualcomm ha richiesto ufficialmente 31 milioni di dollari di danni ad Apple, circa 1,40 dollari per ogni iPhone venduto a partire da luglio 2017 che contiene i chip utilizzati da Intel. Nel 2016, Apple ha infatti iniziato a utilizzare modem Intel in alcuni modelli di iPhone 7 e 7 Plus, invece di quelli Qualcomm.

I tre brevetti includono uno che consente a uno smartphone di collegarsi rapidamente a Internet dopo l’accensione, uno che riguarda il modo in cui un modem e un processore interagiscono per gestire il download di app e uno che copre l’elaborazione grafica e la durata della batteria.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.