Apple taglia i prezzi di iPhone 8, 8 Plus, XR, XS e XS Max in Cina

09 gennaio 2019 di Giuseppe La Terza

Il momento di Apple non è di certo dei migliori, ormai. Dopo aver annunciato la diminuzione dei ricavi a causa delle scarse vendite di iPhone, è notizia di oggi che l’azienda sembra aver chiesto ai suoi fornitori di produrre meno iPhone da gennaio a marzo. Nella stessa direzione va il rapporto del China’s National Business Daily, secondo cui i rivenditori cinesi di iPhone avrebbero ricevuto notizie riguardo ai tagli dei prezzi per iPhone 8, 8 Plus, XR, XS e XS Max.

Il più grande taglio di prezzo arriva sull’iPhone XR, che subirà una riduzione di 450 yuan, poco meno di 60€, portando il prezzo finale del dispositivo a 5250 yuan, circa 667€. Per tutti gli altri dispositivi, ovvero iPhone 8, 8 Plus, XS e XS Max, verrà applicato una riduzione di 400 yuan, circa 50€.

Un taglio di prezzo cosi deciso da parte di Apple a pochi mesi dal lancio è una mossa piuttosto inusuale da parte dell’azienda. Prima della debacle di iPhone XR, una sola volta Apple ha dovuto effettuare un taglio netto dei prezzi dopo qualche mese dal lancio, e ciò avvenne solo nel 2007, ovvero al lancio del primo iPhone, con un taglio del prezzo di ben 200 dollari.

Per quanto riguarda iPhone XR, però, quello cinese non è il primo taglio di prezzo a cui assistiamo, visto che già qualche settimana fa la compagnia giapponese NTT Docomo ha offerto uno sconto di $100 agli abbonati che hanno accettato un contratto di due anni.

Nonostante questi problemi di vendite, però, ieri l’amministratore delegato Tim Cook durante un’intervista alla CNBC, ha affermato di essere tranquillo sul futuro di Apple, e a rincarato la dose anticipando che nel 2019 l’azienda lancerà “nuovi servizi”.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.