L’assemblea degli azionisti Apple si terrà l’1 marzo 2019

09 gennaio 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple ha programmato l’assemblea annuale degli azionisti per l’1 marzo 2019, presso lo Steve Jobs Theater all’interno dell’Apple Park.

Tutti coloro che detengono azioni Apple sono invitati a partecipare all’assemblea e ad esprimere il loro voto su una serie di proposte di routine che coinvolgono il consiglio di amministrazione e i dirigenti dell’azienda, nonché le proposte presentate dai vari gruppi di azionisti. Chi vuole partecipare dovrà registrarsi entro il 6 febbraio, visto che i posti limitati sono disponibili in base all’ordine di arrivo.

Tra le votazioni più importanti, gli azionisti dovranno eleggere nuovi membri del consiglio di amministrazione, con Apple che ha presentato i candidati James Bell, Tim Cook, Al Gore, Bob Iger, Andrea Jung, Art Levinson, Ron Sugar e Sue Wagner. Non dovrebbero esserci dubbi sulla loro elezione. Gli azionisti dovranno anche ratificare la scelta della Ernst & Young come società per la contabilità pubblica indipendente dell’azienda e votare per portare avanti l’attuale piano di compensazione dell’esecutivo.

Nei documenti pubblici condivisi da Apple è anche riportato il compenso annuo del CEO Tim Cook, pari a 15.682.219 di dollari. Lo stipendio medio di un dipendente Apple è di 55.426$.

Infine, saranno votate anche le due proposte presentate dai gruppi di azionisti. La prima mira a modificare lo statuto sociale attuale per concedere agli azionisti un secondo candidato al consiglio. Apple si è detta contraria a questa novità, perché l’attuale metodo di accesso è stato giudicato “efficace”, mentre un secondo dirigente nominato dagli azionisti potrebbe “avere serie conseguenze non intenzionali, mettendo a rischio il valore della società per gli azionisti“.

La seconda proposta richiede al consiglio di amministrazione di adottare una politica che dichiari sul sito web dell’azienda quali sono le qualifiche minime specifiche necessarie perché la commissione di nomina del Consiglio accetti un candidato all’interno del consiglio di amministrazione.

Su questa proposta, Apple raccomanda un voto contrario, sostenendo che il sistema di gestione del consiglio esistente incorpora processi di autovalutazione. Più precisamente, il consiglio di amministrazione è nominato sulla base di abilità, esperienza e altre caratteristiche necessarie per garantire il successo, e non per “prospettive ideologiche”.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.