Qualcomm e Apple: la risoluzione dello scontro potrebbe essere vicina

In un’intervista alla CNBC, il CEO di Qualcomm lascia intravedere una possibile soluzione positiva nella querelle e la lunga battaglia legale tra Qualcomm e Apple.

In un’intervista con Jim Cramer della CNBC, Steve Mollenkopf, CEO di Qualcomm, ha dichiarato che, nonostante ciò che alcuni segnalano, un accordo tra la sua azienda ed Apple sarebbe “a portata di mano”.

Qualcomm e Apple sono state coinvolte in numerose battaglie legali differenti negli ultimi mesi, con Apple che ha accusato Qualcomm di aver richiesto delle royalties per brevetti di cui non deteneva alcun diritto, arrivando a chiedere fino ad 1 miliardo di dollari per assicurare le forniture dei modem degli iPhone. Qualcomm, in tutta risposta, ha accusato Apple di aver rubato i suoi segreti commerciali ed infranto alcuni suoi brevetti. Formalmente, l’inizio della lunga querelle, risale all’inizio del 2017.

Secondo alcuni report recenti nei piani di Apple non ci sarebbe alcuna necessità impellente di raggiungere un accordo con Qualcomm, anzi, la società si starebbe preparando ad un altro lungo contenzioso come accaduto con Samsung. Dal punto di vista industriale, peraltro, Apple ha stretto rapporti sempre più forti con Intel mentre pare, addirittura, che l’azienda di Cupertino possa avere in programma di realizzare anche i modem dei propri dispositivi in house.

Parlando con Cramer, però, Mollenkopf ha spiegato che Qualcomm e Apple continuano a “parlare come società”, nonostante la battaglia legale in continua ascesa. Inoltre, il CEO di Qualcomm afferma che crede ancora che Qualcomm e Apple siano vicini a un accordo ipotizzando, addirittura, una possibile data.

Abbiamo sempre parlato“, afferma il CEO di Qualcomm aggiungendo che “la seconda metà di quest’anno o l’inizio dell’anno prossimo potremo essere davvero vicini a trovare una soluzione e non vediamo una possibilità diversa da questo”.

E’ difficile dire se questa sia un’apertura informale verso Apple, una strategia, o ci sia del concreto.

Nell’intervista della CNBC, Mollenkopf ha anche parlato di 5G e non mancavano altre parole al miele anche su questo versante: “Qualcomm amerebbe lavorare con Apple”, ha affermato. Al momento, però, Apple parrebbe al lavoro con Intel su questo versante.

“Penso che ci sia sempre un’opportunità e un rischio quando si hanno queste grandi transizioni e cambiamenti di generazioni di tecnologie wireless”, ha detto a Cramer. “C’è sempre l’opportunità di restare indietro o di far parte di quella nuova generazione. Certo, lavoriamo con tutti. Ci piacerebbe lavorare con Apple“.

In maniera del tutto evidente c’è una mano tesa da parte di Qualcomm, in queste dichiarazioni. Apple accoglierà questo ramoscello di ulivo? C’è una certezza… lo farà solo se potrà portarsi a casa un accordo economicamente vantaggioso, altrimenti sarà scontro.

News