Protezione dei dati personali, Apple ispira ancora tanta fiducia

12 aprile 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Secondo un recente sondaggio, malgrado gli ultimi accadimenti che hanno coinvolto Facebook, le persone continuano a fidarsi di Apple, che rimane al primo posto in questa speciale classifica.

Il sondaggio condotto negli Stati Uniti ci dice che solo una piccola percentuale degli americani ritiene che Apple sia irresponsabile con i propri dati personali. Si tratta sicuramente di una buona notizia per Tim Cook, visto che negli ultimi anni Apple ha lavorato molto per tutelare i dati personali, mettendosi anche contro FBI e governo in alcune indagini.

Questo sondaggio, organizzato da SurveyMonkey e Recode, ha chiesto agli utenti quali tra le società elencate ispirassero meno fiducia quando si tratta di protezione dei dati personali. L’elenco comprendeva Amazon, Apple, Facebook, Google, Lyft, Microsoft, Netflix, Snap, Tesla, Twitter e Uber. Solo il 2% degli intervistati ha scelto Apple, che si classifica alla pari di Amazon e Snap.

Come da previsioni, Facebook ha guadagnato il primo posto con il 56% degli intervistati che ha giudicato il social network come il meno affidabile. Google si classifica al secondo posto, segno che non ispira più tanta fiducia in termini di trattamento dei dati personali.

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.