Android P, prima preview che strizza l’occhio ad iPhone X

07 marzo 2018 di Luca Ansevini

Dopo la tante voci di corridoio in questi giorni ecco finalmente disponibile la prima attesissima preview di Android P, con tante piccole novità grafiche che strizzano l’occhio anche ad iPhone X.

Il Mobile World Congress 2018 ha sancito un concetto ormai piuttosto chiaro; il tanto criticato/amato notch di iPhone X è diventato il marchio di fabbrica di questi primi mesi del 2018, complici diversi brand concorrenti che hanno deciso di introdurre la “tacca” sui loro top di gamma e tanti altri brand che introdurranno con tutta probabilità tale novità (tra i quali l’atteso P20 di Huawei che sarà presentato a Parigi tra poche settimane).

Anche Android P mostra sin da subito la volontà di offrire pieno supporto al notch introducendo alcune modifiche alla status bar come ad esempio l’orario che si sposta a sinistra e le icone di notifica che potranno arrivare fino ad un numero massimo di quattro diverse (più un puntino ad indicare la presenza di altre notifiche); anche nel pannello impostazioni dedicato alle opzioni per sviluppatori sarà infatti possibile scegliere il formato del display, tra i quali un formato con ‘display cutout‘ che potrà essere modificato in tre differenti dimensioni.

Oltre al notch arriva anche il supporto al formato High Efficiency Image Format (HEIC) introdotto lo scorso anno da Apple per quanto riguarda le immagini. Tanto colore e piccole modifiche sono per il momento il succo di questa prima developer preview di Android P, che sarà sicuramente destinata con il tempo a subire diverse modifiche ma anche a ricevere nuove funzioni che Google introdurrà progressivamente.

Tra l’altro, Android P non supporta i terminali Nexus P6, 5X e tutti i modelli Nexus precedenti. Per fare un paragone, è come se Apple con il prossimo iOS 12 non supportasse più iPhone 6s e modelli precedenti.

Non ci resta quindi che attendere le prossime developer preview, attese per il mese di Maggio, così da capire cosa Google avrà in serbo per i suoi utenti.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.