iOS 12, l’ex presidente di Windows parla della nuova strategia scelta da Apple

13 febbraio 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Secondo Steven Sinofsky, noto ex-presidente di Microsoft Windows, la scelta presa da Apple di concentrarsi sul miglioramento delle prestazioni e sulle ottimizzazioni in iOS non è propriamente una “rivoluzione”, ma una fase naturale nella scala di sviluppo di un sistema operativo.

Sul suo profilo Twitter, Steven Sinofsky ha scritto che “Quello che succede ad un progetto in crescita nel tempo è che i processi e gli approcci devono essere ripensati. Significa solo che ci si concentra su altre priorità come i test di integrazione e le ottimizzazioni”. 

Il cambiamento potrebbe sembrare “epocale” per chi lavora in Apple e per gli utenti che seguono le vicende dell’azienda, visto che su iOS non era mai avvenuta una cosa del genere, ma l’ex-presidente di Windows non è d’accordo: “Dal mio punto di vista, questa scelta è stata presa perchè alcuni prodotti Apple vengono ora percepiti come meno stabili e con più bug. Io penso che l’hardware e il software Apple abbiano una qualità che il nostro settore non ha mai visto prima. Malgrado questo, arriva comunque un momento in cui bisogna concentrarsi principalmente sulle ottimizzazioni”.

Cosa ne pensate?

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.