Le grandi novità di iOS arriveranno nel 2019, Apple si concentrerà prima su prestazioni e affidabilità – Rumor

Secondo quanto riportato da Axios, Craig Federighi avrebbe incaricato la divisione software di Apple di mettere da parte alcune importanti novità in sviluppo per iOS 12, per concentrarsi esclusivamente sul miglioramento delle prestazioni e dell’affidabilità.

Il report afferma che iOS 12 avrà diverse novità, anche per quanto riguarda la schermata iniziale che Apple vuole rinnovare completamente. Lo sviluppo di queste nuove caratteristiche verrà però posticipato al 2019 (probabilmente con iOS 13), visto che a quanto pare Federighi vuole concentrarsi principalmente sulla correzione di bug, sul miglioramento delle prestazioni e dell’affidabilità, e su piccole migliorie grafiche e funzionali.

Secondo Axios, la versione di iOS 12 che sarà rilasciata in beta a giugno e in versione finale a settembre apporterà alcuni miglioramenti per quanto riguarda la realtà aumentata, l’app Salute, il controllo parentale e l’affidabilità generale. Le grandi novità, inclusa una schermata iniziale totalmente rinnovata, arriveranno solo nel 2019.

In pratica sembra che Craig Federighi, responsabile software in casa Apple, abbia rivisto i piani di rilascio di iOS 12 e abbia comunicato la decisione in un recente meeting con il team iOS. Le grandi novità dovrebbero riguardare la già citata schermata iniziale, una nuova esperienza d’uso in CarPlay, aggiornamenti importanti per tutte le app native (soprattutto Mail) e nuove funzionalità per l’editing avanzato delle foto. Tutte novità che, a quanto pare, arriveranno solo nel 2019 (non sappiamo se prima di giugno o direttamente con iOS 13).

Ora, il team iOS si concentrerà sul miglioramento delle prestazioni e dell’affidabilità, con l’obiettivo di rendere l’iPhone “più reattivo e meno incline a causare problemi che richiedono assistenza“.

Una strategia simile dovrebbe essere applicata anche alla prossima versione di macOS , mentre tvOS e watchOS saranno aggiornati normalmente con le funzioni aggiuntive già previste da Apple (e, chiaramente, al momento non note).

News