Apple si unisce al consorzio che lavora al nuovo codec video AV1

05 gennaio 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple è entrata a far parte dell’Alliance for Open Media, consorzio tecnologico che sta lavorando su un nuovo codec video standard ad alta efficienza denominato AV1.

Il gruppo include aziende come Amazon, Google, Facebook, Netflix, Hulu e Intel, oltre ad Apple che viene evidenziata come membro fondatore del consorzio. L’obiettivo della Alliance for Open Media viene così spiegato:

Il progetto iniziale AOMedia Video persegue una nuova specifica di codec video royalty-free e la sua implementazione open source basata sui contributi di tutti i membri di Alliance e della più ampia comunità di sviluppatori, insieme alle specifiche vincolanti per il formato multimediale, la crittografia dei contenuti e lo streaming adattivo.

Altri obiettivi del gruppo includono alcuni aspetti legati ai diritti d’autore con la HEVC Advance, il consorzio che ha realizzato il codec H-265 attualmente adottato da Apple su High Sierra e iOS 11.

Il codec Av1 si propone quindi di offrire una compressione video efficiente e unica per tutto il settore video. Si tratta di un obiettivo importante, se consideriamo il fatto che oggi le varie aziende utilizzano formati spesso non compatibili tra loro. Ad esempio, Google utilizza il codec Vp9 per i video 4K, codec che Apple non supporta. Questo significa che i video 4K su YouTube non possono essere riprodotti su Safari, ma nemmeno nell’app YouTube per Apple TV.

Un codec unificato per tutto il settore video sarebbe senza dubbio vantaggioso sia per gli utenti che per le società tecnologiche.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.