Apple migliorerà l’IA grazie al Giappone

17 ottobre 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

In un’intervista rilasciata alla Nikkei Asian Review, Tim Cook ha detto che il Giappone rivestirà un ruolo importante nello sviluppo delle tecnologie Apple legate all’intelligenza artificiale.

cumx99kwyaa5klx-jpg-large-e1476696043196-800x843

Tim Cook ha rivelato che il nuovo centro di ricerca e sviluppo di Yokohama si concentrerà proprio sull’intelligenza artificiale e sarà molto diverso dall’altro centro R&D che sta nascendo in Cina. Quello dell’intelligenza artificiale è un pallino per Tim Cook, visto che si tratta di una tecnologia su cui Apple è ancora indietro rispetto alla concorrenza come confermato da diverse critiche piovute ultimamente su Siri:

L’IA ha una natura orizzontale, tocca tutti i prodotti ed è utilizzata in modalità tali che molte persone nemmeno si immaginano. Vogliamo che l’IA aumenti la durata della batteria, consigli nuova musica su Apple Music e aiuti a ricordare dove hai parcheggiato l’auto

L’esperienza nipponica in campo robotico e di IA è più che nota, per questo Apple vuole che il nuovo centro di Yokohama si concentri proprio su questa tecnologia.

Durante l’intervista, Tim Cook ha poi parlato dell’integrazione di FeliCa negli iPhone venduti in Giappone, così da permettere agli utenti di effettuare pagamenti elettronici tramite gli standard contactless FeliCa di Sony:

Il nostro obiettivo è di promuovere i pagamenti elettronici e di arrivare alla fine dell’uso dei contanti

Apple lavorerà poi con IBM e il Japan Post Holdings per offrire servizi di assistenza sanitaria agli anziani, sfruttando iPad e HealthKit.

[via]

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.