Pompeii Touch, l’app che ricostruisce l’antica Pompei

29 maggio 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Con l’applicazione Pompeii Touch, tutti coloro che andranno a visitare gli scavi di Pompei potranno ammirare in tempo reale com’era l’antica città prima dell’eruzione del Vesuvio.

screen640x640

[app 835682385]

Pompeii Touch funziona offline e può essere usata sia durante la visita agli scavi, sia in qualsiasi altro momento come semplice strumento culturale. L’app mostra, tramite le ricostruzioni 3D, un raffronto fra com’è oggi Pomepi e com’era l’antica città prima dell’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Scaricando l’app, l’utente può scegliere la foto di un ambiente del sito e con un touch appare l’ipotesi ricostruttiva delle architetture originarie dell’epoca.

L’utente può anche interagire con la Mappa 3D dell’antica città romana, scoprire lo spaccato prospettico 3D delle Domus e degl’Edifici Pubblici, capire come funzionava il “VELARIUM” dell’antico Anfiteatro della città, frantumare il grano con un’antica macina in pietra e leggere tante altre informazioni storiche. L’app integra anche una mappa tematica per muoversi all’interno degli scavi.  Le ricostruzioni 3D sono state realizzate seguendo una consulenza continua di storici e archeologi che operano da molti anni nel campo dell’archeologia vesuviana.

L’app è disponibile al prezzo di 2,99€.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.