Apple pubblica i dati finanziari Q2 2016: per la prima volta in calo le vendite degli iPhone

26 aprile 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)
FEATURED

Apple ha ufficialmente pubblicato gli attesi dati finanziari sul secondo trimestre fiscale del 2016, che corrisponde al primo trimestre solare dell’anno. Come ampiamente preventivato, per la prima volta dal 2007 ad oggi assistiamo ad un calo anno su anno delle vendite degli iPhone.

untitled

Il Q2 2016 si è concluso con 50,6 miliardi di fatturato e 10,5 miliardi di profitto, con 1.90$ per azione diluita. Nello stesso periodo di un anno fa, Apple registrò 58 miliardi di fatturato e un utile netto di 13,6 miliardi, con 2.33$ per azione diluita. Il margine lordo è stato del 39,4%, contro il 40,8% di un anno fa. Le vendite al di fuori degli Stati Uniti hanno rappresentato il 67% dei ricavi dell’intero trimestre. In 13 anni, è la prima volta che Apple registra un calo in termini di utili dopo 51 trimestri consecutivi di crescita.

Nello specifico, Apple ha venduto 51,1 milioni di iPhone, 10,2 milioni di iPad e 4 milioni di Mac. Per la prima volta, Apple registra quindi un calo nelle vendite dell’iPhone anno su anno: nel Q2 del 2015, infatti, l’azienda aveva venduto il 18% di iPhone in più. In calo anche le vendite degli iPad del 19%, ma questo è un trend che dura ormai da diversi mesi.

Nello specifico, durante lo stesso trimestre di un anno fa Apple aveva venduto 61,1 milioni di iPhone, 12,6 milioni di iPad e 4,5 milioni di Mac.

L’azienda ha inoltre annunciato che il suo Consiglio di Amministrazione ha autorizzato un aumento di 50 miliardi di dollari per il programma della Società di restituzione del capitale agli azionisti. Nell’ambito del programma così ampliato, Apple prevede di spendere un totale complessivo di 250 miliardi di dollari in cash entro la fine di marzo 2018

Il CEO di Apple Tim Cook ha commentato così questi risultati: “Il nostro team ha reagito molto bene di fronte alle forti turbolenze macroeconomiche. Siamo molto soddisfatti della costante crescita dei ricavi provenienti dai nostri servizi, grazie soprattutto alla forza dell’ecosistema Apple e al miliardo di dispositivi attivi in tutto il mondo”.

Non poteva mancare il commento di Luca Maestri, direttore finanziario dell’azienda: “Abbiamo generato un forte flusso operativo ci assa pari a 11,6 miliardi di dollari e abbiamo restituito 10 miliardi di dollari agli azionisti, attraverso il nostro programma di ritorno del capitale. Grazie alla forza dei nostri risultati, siamo felici di annunciare un ulteriore aumento del programma di ritorno del capitale per una cifra pari a 250 miliardi di dollari”. 

Nel trimestre precedente, quello legato al periodo natalizio che è il più prolifico in termini di vendite, Apple aveva raggiunto 75,9 miliardi di dollari di fatturato, grazie a 74,8 milioni di iPhone venduti, 16,1 milioni di iPad venduti e 5,3 milioni di Mac venduti.

La Cina è stata la nazione con la più alta crescita in termini di ricavi per Apple, con un +26%. Negli Stati Uniti, invece, i ricavi sono scesi del 10%, mentre in Europa si registra un calo del 5%.

Come parte del programma così rivisto, il Consiglio ha aumentato l’autorizzazione al riacquisto di proprie azioni a 175 miliardi di dollari dal livello di 140 miliardi di dollari annunciato lo scorso anno. Inoltre, l’Azienda prevede di continuare con il net share settlement delle RSU (restricted stock units) alla data del vesting.

Il Consiglio ha approvato un aumento del 10 per cento al dividendo trimestrale della Società, ed ha dichiarato un dividendo di 0,57 dollari per azione, da pagare il 12 maggio 2016 agli azionisti registrati alla data di chiusura delle attività il 9 maggio 2016.

Dall’inizio del suo programma di ritorno del capitale, ad agosto 2012, fino a marzo 2016, Apple ha restituito oltre 163 miliardi di dollari agli azionisti, tra cui 117 miliardi di dollari in riacquisti di azioni.

Apple ha fornito la seguente guidance per il terzo trimestre del proprio anno fiscale 2016:

  • fatturato fra i 41 miliardi di dollari e i 43 miliardi di dollari
  • margine lordo fra il 37,5 percento e il 38 percento
  • spese operative fra i 6 miliardi di dollari e i 6,1 miliardi di dollari
  • altre entrate/(spese) di 300 milioni di dollari
  • aliquota fiscale del 25,5 percento

Tim Cook ha ribadito che le vendite dell’iPhone SE vanno ancora a rilento a causa di scorte limitate, ma la situazione dovrebbe migliorare già nelle prossime settimane. Il CEO di Apple ha confermato poi che gli utenti Android continuano a passare sempre di più ad iOS. Parlando ancora di iPhone SE, il CEO di Apple rassicura gli investitori e, anche se non sono stati diramati i dati di vendita per questo singolo dispositivo, conferma che la domanda “è molto alta“.

Tim Cook ha poi ammesso che le enormi vendite dell’iPhone 6 hanno ostacolato l’iPhone 6s, che per forza di cose ha venduto meno. Cook ha anche spiegato che profitti e fatturato al di sotto delle previsioni sono stati causati dal fatto che l’azienda ha dovuto ridurre di 2 miliardi di dollari il magazzino nei vari canali di distribuzione a causa dell’economia in difficoltà, al calo del prezzo medio dell’iPhone e dalle previsioni troppo ottimistiche sulle vendite dei Mac.

Per quanto riguarda Apple Music, gli abbonati paganti sono ora 13 milioni (a febbraio erano 11 milioni).

Tra le altre note di interesse:

  • Per Cook, il business dell’iPhone rimane in ottima salute, con aggiornamenti più diffusi rispetto al ciclo dell’iPhone 5s
  • Nel trimestre di giugno Apple si aspetta un aumento di vendite per quanto riguarda l’iPad
  • Cook ha ammesso che sono in arrivo nuove linee di prodotto targate Apple
  • Apple ha effettuato 15 acquisizioni nel corso degli ultimi 4 trimestri
  • Il programma di ritorno dei capitali da 250 miliardi di dollari durerà fino a marzo 2018
  • Il dividendo è cresciuto di 57 centesimi per azione, con un +10% rispetto al precedente resoconto
  • I clienti iPhone sono incredibilmente fedeli, con il più alto tasso di ritenzione rispetto a qualsiasi altro smartphone
  • Da ottobre ad oggi, Apple ha registrato il più alto numero di switcher da Android ad iOS nella sua storia
  • In India, le vendite degli iPhone sono aumentate del 56% anno su anno
  • Per il prossimo trimestre, il 78% delle aziende ha scelto l’iPhone come telefono aziendale
  • Il settore “Servizi” di Apple è in grande crescita e ora vale 6 miliardi di dollari
  • Continuano a crescere le entrate derivanti da App Store e Apple Music
  • App Store è cresciuto del 35% e ora è ai suoi masismi storici
  • Le entrate dal settore musica sono le più alte degli ultimi trimestri e hanno segnato un punto di svolta rispetto ai precedenti dati in declino
  • Apple Pay guadagna 1 milione di nuovi utenti a settimana
  • Più della metà degli acquirenti Mac non aveva mai avuto un computer Apple in passato
  • In Cina, questo dato sale all’80%.
  • Anche se Apple ha venduto meno Mac, la quota nel mercato PC sale a causa della crisi globale del settore
  • Gli aggiornamenti dell’Apple Watch dovrebbero seguire la strada degli aggiornmenti della linea iPod
  • Le vendite dell’Apple Watch soddisfano le aspettative di Apple e hanno superato quelle del primo iPhone nel 2007
  • Cook ha detto che l’Apple Watch ha un emozionante futuro ce lo aspetta
  • Le vendite degli iPad inizieranno a crescere nuovamente già dai prossimi mesi
  • Il tasso di soddisfazione dei tablet Apple supera il 90%
  • Dopo la pubblicazione dei dati finanziari, il titolo Apple in Borsa ha perso l’8,29%

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.