Apple è “andata”, Microsoft e Samsung più “cool”. Almeno secondo i teenager americani

Le analisi di mercato si sa, sono spesso conturbanti estrapolazioni che non sempre poi trovano la necessaria corrispondenza nella realtà dei fatti. Tuttavia l’analisi del Buzz Marketing Group, un’agenzia specializzata nel marketing giovanile, merita di essere presa in esame. Secondo la loro indagine, infatti, Apple non sarebbe più così “cool“. Sarebbero, infatti, i prodotti dell’eterna rivale Microsoft e di Samsung ad aver soppiantato i device made in Cupertino nei sogni degli adolescenti americani.

justin-bieber-teen-iphone

Apple ha sempre dichiarato di non fare molto affidamento a molte di queste analisi di mercato, basando molte delle proprie scelte strategiche più sulla filosofia del proprio guru e fondatore, Steve Jobs, che amava ripetere al suo team che  “l’utente non sa di cosa ha realmente bisogno, finché tu non glielo mostri“.

Tuttavia questa interessante ricerca americana va a colpire uno degli innegabili aspetti chiave del successo della mela morsicata: l’effetto “cool” dei propri prodotti e del proprio marchio che, negli anni, la società californiana ha saputo costruire intorno a sé.

La popolarità, infatti, è un’arma a doppio taglio e, secondo una ricerca condotta sui teenager americani, Apple sarebbe divenuta ormai troppo popolare per essere popolare.

Paradossi della società consumistica che negli oggetti tecnologici cerca, oggi come vent’anni fa, probabilmente ancora un vero status symbol. Oppure, probabilmente, la società californiana ha inculcato talmente tanto bene il concetto del “think different” ai consumatori americani tanto da spingerli a pensare talmente tanto “different” tanto da indirizzarli verso i prodotti della concorrenza. A spodestare, infatti, iPhone ed iPad dalla top list dei sogni tecnologici sono arrivati i tablet Surface di casa Microsoft e i prodotti della linea Galaxy di Samsung per quanto riguarda il settore smartphone.

Vale la pena di ricordare, comunque, quanto il settore adolescenziale sia complicato e di difficile lettura. E’ vero che gli adolescenti di oggi saranno gli utenti di domani, ma è altrettanto vero che negli anni cambiano i gusti, i trend, ma soprattutto i bisogni di qualsiasi tipo di utenza.

Qualche anno fa spopolava a Londra e nel Regno Unito tra gli adolescenti la vera e propria moda di possedere un terminale Blackberry. La compagnia canadese effettuò una campagna pubblicitaria rivolta a giovani e giovanissimi. Sappiamo come è andata a finire.

[Via]

Concorrenza