Parrot presenta le nuove cuffie wireless progettate da Philippe Starck

26 maggio 2012 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Progettate da Philippe Starck, le cuffie Parrot Zik sono l’ultimo ritrovato tecnologico per iPhone e iPad, con controllo attivo dei rumori esterni performante, immagine musicale “spazializzata”, pannello touch che agevola i movimenti, sensore di presenza per la testa, sensore di conduzione attraverso la struttura ossea, cinque microfoni e un potente processore per il segnale digitale.

La cuffia è dotata di potenti algoritmi DSP (Digital Signal Processing) che ricreano un’immagine melodica naturale. Si tratta dell’algoritmo “Parrot Concert Hall”: la musica ti sta di fronte, come se fossi ad un concerto, e non proviene né da destra né da sinistra. L’acustica di una sala da concerti è stata ricreata per permettere un ascolto armonioso e il più naturale possibile.

L’applicazione gratuita che sarà presto disponibile per iOS permette di definire i parametri dell’effetto ‘Parrot Concert Hall’. Per isolarsi, gli ingegneri Parrot hanno sviluppato una tecnologia brevettata ed estremamente performante per la cancellazione attiva del rumore, che elimina fino a 25db.

Parrot Zik offre la possibilità all’utente di fare o rispondere alle telefonate senza usare le mani, offrendo sia allo stesso utente sia alla persona in linea un’elevatissima qualità del suono, anche in ambienti particolarmente rumorosi. Parrot Zik è infatti dotata di due tecnologie che unitamente cancellano il rumore circostante per esaltare soltanto la voce.

Il sensore di conduzione attraverso la struttura ossea, situato all’interno del cuscinetto nell’auricolare sinistro, rileva e analizza le vibrazioni della mascella per poter “estrarre” la voce. Le cuffie riescono di conseguenza a isolare il discorso prima che venga distorto dal rumore circostante.

Due microfoni registrano in tempo reale il suono e ne determinano la direzione. Il processore del segnale digitale di Parrot Zik può quindi determinare ed eliminare l’origine del rumore.…

L’accesso alle funzioni base di Parrot Zik è reso estremamente intuitivo grazie a un pannello touch, come quello degli smartphone, situato su tutta la superficie dell’auricolare destro. Il volume si controlla muovendo il dito verticalmente. Muovendo il dito orizzontalmente si può invece passare al brano musicale successivo o quello precedente. Nel corso di una telefonata non sarà più necessario cercare il proprio smartphone. La chiamata si prende semplicemente toccando una volta l’auricolare destro, mentre per rifiutarla basta toccare il pannello per due secondi. Inoltre basta un gesto per fermare la musica – sposta Parrot Zik attorno al collo o rimetti le cuffie in testa per far ripartire la tua musica.

Disegnando le linee organiche di Parrot Zik, Philippe Starck ha illustrato le tecnologie “biology-inspired” sviluppate dagli ingegneri Parrot.

La superficie delle cuffie, nera, opaca e morbida al tatto, esprime la sensualità della pelle. Due “virgole” d’acciaio disegnano lo scheletro delle cuffie. Regolabile, l’archetto fa da contrasto tra la lega in metallo e la fascia in pelle.

In quanto estensione di smartphone e tablet, Parrot Zik è dotato delle ultime tecnologie wireless. Parrot Zik è compatibile con tutte le marche di telefoni cellulari disponibili sul mercato e può essere utilizzato con un ampio numero di sorgenti musicali: audio con stereo Bluetooth o attraverso cavi con mini jack a 3 ingressi per connettersi a tutti i sistemi audio e video, come sugli aerei.

Parrot Zik integra anche la tecnologia NFC, grazie a un sensore posizionato sull’auricolare sinistro. L’unico al mondo su una cuffia…

Il prodotto sarà disponibile in Mondadori e Fnac al prezzo di 349€ a partire da luglio.

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.