Jailbreak, la controversa applicazione, rimossa da App Store

In settimana vi abbiamo parlato di Jailbreak, un’app attorno alla quale si è scatenata una piccola vicenda fomentata principalmente dal nome stesso di questo gioco e dalla sua descrizione. Questa applicazione, oltre ad avere inizialmente una descrizione piuttosto ingannevole, aveva un prezzo decisamente alto per un programma del quale non venivano fornite immagini specifiche su App Store (circa 10€). Apple è quindi intervenuta direttamente rimuovendo Jailbreak dallo store.

Il nome e la descrizione di questa applicazione potevano trarre in inganno diversi utenti che, convinti si trattasse di un tool per eseguire il jailbreak del proprio dispositivi, acquistavano la medesima nella speranza di poter così installare Cydia e beneficiare di tutte le estensioni da esso offerte sugli ultimi firmware rilasciati da Apple.

Per fortuna la vicenda è stata risolta in modo definitivo da Apple. Rimane solamente un dubbio: come mai Apple ha approvato in App Store un gioco per il quale non veniva fornita una descrizione fedele ed esaustiva?

AirPods Max disponibili su

Applicazioni App Store