Disponibile il semitethered jailbreak per iOS 5: ecco come eseguirlo! – Guida Jailbreak

Stanchi di dover aspettare un jailbreak unthetered? Bene, da pochi minuti cu Cydia è disponibile un pacchetto che consente di riavviare un iPhone iOS 5 jailbroken anche lontano dal computer!

Come saprete, al momento l’unico jailbreak disponibile per iOS 5 è di tipo tethered (tranne che per iPhone 3GS vecchio botroom, per il quale il jailbreak unthetered è già possibile): questo significa che in caso di spegnimento o riavvio, l’iPhone deve essere collegato ad un computer per potersi riaccendere correttamente. Fortunatamente ora, in attesa di un jailbreak untheteder, è possibile installare un pacchetto da Cydia che abilita quello che viene definito il “semitethered jailbreak”. Questa tipologia di jailbreak consente di riavviare correttamente l’iPhone anche senza l’ausilio di un computer, anche se ci sono dei piccoli compromessi da accettare.

ATTENZIONE: da pochi minuti è uscita la nuova versione di semitether che dovrebbe correggere ogni problema. Prima, infatti, se l’utente provava ad installare l’applicazione e aveva installato su iPhone un’app “illegale”, rischiava di non poter più utilizzare il dispositivo se non dopo un ripristino.

Innanzitutto, per effettuare il semitethered jailbreak dovete seguire i seguenti passaggi:

1. Se non lo avete ancora fatto, effettuate il jailbreak tramite redsn0w seguendo questa guida;

2. Aprite Cydia e aggiungete la repo http://thebigboss.org/semitether ;

3. Installate il package SemiTether e riavviate l’iPhone.

Finito. Adesso potete accendere e spegnere l’iPhone jailbroken ogni volta che volete, dato che potrà riavviarsi correttamente anche senza doverlo collegare ad un computer.

Come dicevamo all’inizio, però, vi sono degli inconvenienti:

1. Potete usare tutte le applicazioni iPhone tranne Mail e Safari, fino al riavvio tether tramite PC/Mac;

2. Non potete usare Cydia e le altre applicazioni jailbreak fino al riavvio tether tramite PC/Mac;

3. Il riavvio dell’iPhone può richiedere più tempo del normale (anche 2-3 minuti)

Si tratta, però, di piccoli compromessi del tutto accettabili se necessitate del jailbreak, dato che è sempre meglio rispetto al ritrovarsi con un iPhone che non si può riavviare fino al collegamento tether con un computer.

[via]

AirPods Max disponibili su

Guide