Monster Soup – la recensione di iPhoneItalia

26 giugno 2011 di Ebe Buzzi

Monster Soup é uno di quei titoli che calamitano per la loro assurdità. Stiamo parlando di un gioco a base di creature che vivono nella zuppa e che vanno difese dal malvagio congelatore. Già. A parte questo é un gioco divertente, originale, con un invidiabile meccanica tanto immediata quanto coinvolgente.

Al di là della trama, trascurabilissima, il gameplay é assolutamente a prova di errore. Dalla parte bassa dello schermo entrano una serie di esserini di diverse forme e colori, che procedono inesorabilmente verso l’alto. Il compito del giocatore è quello di creare delle catene di esserini uguali, eliminandoli. Per farlo peró bisogna assicurarsi che tutte le creaturine siano in linea le une con le altre, e non ci sia nulla in mezzo. Semplice, senza dubbio… Ed quello che decreta il successo di ogni titolo arcade.

Mentre la velocità continua ad aumentare e le creaturine incalzano i collegamenti diventano sempre più difficili. E gli esserini vanno ad accumularsi sul tetto dello schermo: questo é molto, molto male. Perché quando restano in cima allo schermo troppo a lungo, si congelano, e creano un cumulo di ghiaccio che toglie spazio allo schermo di gioco. Avete fatto un errore? Ve lo porterete dietro fino al livello successivo. O fino a quando non riuscirete ad eliminarlo.

Per fortuna arrivano in nostro aiuto una serie di power ups, che compaiono ogni volta che riusciamo a legare insieme un ragguardevole numero di cosini. Ci sono mine che disintegrano zone di geli (piú o meno efficaci a seconda del caso), palle da gioco che funzionano come jolly, e il power up migliore di tutti, il sole che arriva e scioglie tutto quanto. Con questi sistemi é possibile sistemare le zone in cui abbiamo lasciato accumularsi sbagli, per prolungare un po’ la nostra longevità. Monster Soup non è un gioco complesso, ma rimanere in vita dopo il nono livello si fa sempre più impegnativo…

Il bello di Monster Soup é proprio questo: é molto piú complicato di quello che sembra. La vera bellezza di un titolo casual, del resto, é nel saper aggiungere livelli di complessità: facile per una partita veloce e senza pretese, diventa parecchio piú impegnativo quando ci si vuole dedicare veramente. Nella sua semplicità offre qualcosa a tutti, esperti e principianti. E riesce a tenere occupati abbastanza a lungo da giustificare completamente i 79 centesimi del prezzo di acquisto.

La grafica semplice, ma immediata, e una musica che si fa sempre piú incalzante completano questo titolo, che se non andrà a rivoluzionare le vostre abitudini di gioco sarà comunque in grado d regalarvi un punto di vista nuovo sull’ecosistema alla base dei minestroni. Perfetto anche per educare i bambini a consumare piú verdure.

Monster Soup é un’applicazione universale disponibile su App Store a 0,79 €

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.