Wired “Sveglia Italia” in tour per portare il WiFi libero in Italia

Dal piccolo comune di Etroubles in Valle D’Aosta, fino a Catania, con tappa finale a Milano: la fase più importante del progettoSveglia Italia!– iniziativa promossa 8 mesi fa da Wired di Condé Nast per aiutare la diffusione del Wi-Fi del nostro Paese – vedrà l’equipaggio del magazine impegnato in un tour di venti giorni attraverso tutte le regioni italiane.

Dal 3 al 23 giugno, lo staff di Wired girerà infatti l’intero stivale, toccando tutte le regioni italiane e portando i kit Wi-Fi che “libereranno” le piazze dei 150 comuni che ne avevano fatto richiesta. “Sveglia Italia!” in tour vuole continuare a promuovere l’utilizzo di Internet in Italia e nasce dalla profonda convinzione che l’accesso al web sia un diritto, che la banda larga sia l’unica grande opera di cui l’Italia ha bisogno e che nei luoghi pubblici il Wi-Fi debba essere disponibile.

“Quello di cui l’Italia ha veramente bisogno è una grande Internet che colleghi tutto il Paese compiendo una nuova unità 150 anni dopo: il Nord e il Sud, i ricchi e i poveri, i giovani e gli anziani” dice il direttore di Wired Riccardo Luna “Con questo tour si chiude idealmente “Sveglia Italia!”, l’iniziativa che abbiamo lanciato 8 mesi fa. Lo straordinario successo raggiunto dimostra che i temi della Rete e del Wi-Fi sono diventati un patrimonio condiviso da tutti, dai più piccoli Comuni alle più grandi realtà cittadine. Ora che ci si è “svegliati” ancora molto resta da fare nel campo delle infrastrutture, ma la strada è stata aperta e le prospettive sono buone. Vogliamo un’unica Rete che ridistribuisca opportunità e speranze, mettendo in relazione progetti e conoscenze. Premiando i più bravi invece dei più raccomandati. Creando ricchezza. Quella che oggi sembra sparita, non solo dai nostri portafogli, ma dai nostri sogni”.

Durante il tour, i tre inviati speciali di Wired incontreranno i sindaci e gli amministratori locali di alcuni degli oltre 300 comuni che hanno richiesto il kit Wi-Fi. L’apparecchiatura non solo permetterà di collegare a Internet gratuitamente e senza fili la popolazione locale, ma tutti coloro che accederanno (gratis) alla Rete del proprio comune potranno usare gli stessi username e password per entrare in tutti gli altri 149 network che fanno parte dell’iniziativa. Prevista una tappa straordinaria a Pitti Immagine Uomo 2011, dove il team di Wired prevede di “liberare” la Fortezza da Basso di Firenze, garantendo il collegamento Internet gratuito nelle aree comuni dello spazio espositivo.

Partner dell’operazione sono Unidata, che fornirà access point e sistema di gestione, Green Geek, movimento per la diffusione del Wi-Fi libero e lo sviluppo di contenuti e servizi wireless e Free Italia WiFi, la rete nazionale per il wi-fi pubblico gratuito promossa dalla provincia di Roma. Sponsor dell’iniziativa è Peugeot, che metterà a disposizione dello staff di Wired una Peugeot 3008 naturalmente dotata di connessione Wi-Fi. Il viaggio sarà descritto, fotografato e filmato dall’equipaggio, che racconterà l’incontro con i sindaci, le tradizioni delle diverse regioni e gli incontri con i geek delle venti tappe del tour (a tutti gli altri comuni il kit sarà spedito). Il tutto sarà documentato e raccontato in un blog su Wired.it http://mag.wired.it/svegliaitalia,direttamente dall’equipaggio che sarà composto da Micaela Calabresi, pubblicitaria e traduttrice, nonché blogger e fotografa, Rafael Meira Maniglia, regista di cortometraggi che filmerà la messa in rete dell’Italia e infine la cagnolina Margot, alta quanto le antenne che Wired andrà seminando per il Paese.

iPhone 12 Viola in sconto su

News