Chop Chop Rocket: un chop chop anomalo – la recensione di iPhoneItalia

25 Aprile 2011 di Ebe Buzzi

Lo ammetto: appena trovo un gioco che si chiama Chop Chop, lo scarico a scatola chiusa. I giochi di questa serie sono diventati ormai una garanzai di qualità: hanno in comune dei personaggi cicciottelli e dei controlli semplicissimi, oltre ad un notevole grado di giocabilità. Chop Chop Rocket è l’ultimo della serie… anche se giocarlo lascia un po’ spiazzati: si tratta davvero di un Chop Chop autentico?

Intendiamoci: Chop Chop Rocket al primo impatto non pare tanto male. Eppure qualcosa non quadra, e lo si capisce da subito. Innanzitutto mancano i teneri paciocchini Chop Chop… ma forse, si dice subito il giocatore, “Ci sono, ma non si vedono! Son chiusi dentro al razzo!”. Poco convincente, ma va bhe, passiamoci sopra e attacchiamo il gioco.

In Chop Chop Rocket si guida, sorprendentemente, un razzo spaziale. La direzione si controlla tramite tilt dell’apparecchio, mentre per aumentare o diminuire la velocità basta trascinare un dito sullo schermo. I controlli sono semplici, come nella tradizione della serie, e funzionano discretamente… Il razzo deve dribblare gli ostacoli e collezionare monete sperse per l’universo. Ma basta dare uno sguardo al tutorial e già qui iniziano i guai. Qualche crash e alcune perplessità sui controlli, un po’ meno originali del solito. “Ma dai, è solo il tutorial! Andiamo avanti!”

Iniziamo una partita in modalità casual, giusto per capire di che si tratta. Certo, ci mette parecchio a caricarsi… ed è difficile spiegarselo, in un gioco così semplice. E nelle videate di intro che alleviano la noia del caricamento non mancano bug grafici, con scritte impastate e sovrapposte. Il senso di ansia per il destino della Chop Chop serie continua ad aumentare.

Iniziamo a giocare. Il gioco in modalità casual è decisamente noioso. Si inclina l’apparecchio, per raccogliere le monete in giro per lo spazio, evitando gli asteroidi. Prenderne uno in pieno vuole dire perdere energia vitale, con un gran clangore di ferro vecchio e pezzi di razzo che volano da tutte le parti. In modalità casual la velocità aumenta da sola, poco alla volta, e non ci sono power ups.

Già dopo pochi minuti ci si stanca, e si passa con un brivido alla modalità hardcore… che è leggermente più interessante: insomma, almeno si può regolare la velocità! I power up ci sono, è vero, ma non sono niente di che: si attivano con un tocco e mettono a disposizione i consueti trucchetti: scudi, proiettili, recupero di energia etc.

Quello che lascia completamente costernati è quanto sia buggato il gioco. Personalmente ho visto cose di questo tipo raramente, e solo in versioni beta, mai in un prodotto “finale” (o venduto al pubblico come tale): musiche che saltano, oggetti che spariscono, crash… l’unica cosa che pare funzionare a dovere sono i comandi del razzo, attorno al quale ogni cosa sembra impazzita.

Sperando in una sostanziale revisione del gioco tramite un aggiornamento, va comunque detto che il gioco, in sè e per sè, è abbastanza limitato: sarebbe perfetto per qualche partita veloce, se non oscillasse pericolosamente tra la noia e i continui crash. Insomma, allo stato attuale Chop Chop Rocket è una vera delusione, tanto più grave perchè arriva da una serie che fino adesso non aveva mai sbagliato un colpo…

Chop Chop Rocket è disponibile su App Store a 0,79 €

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.